Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 22 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Vandalismo in una chiesa di Gerusalemme (FOTO e VIDEO)

Attack-occured-at-the-Chapel-of-the-Condemnation-Flagellation-Sanctuary-in-the-Old-City-of-Jerusalem

Marinella Bandini | ALETEIA

Lucandrea Massaro - Marinella Bandini - pubblicato il 02/02/23

Un turista ebreo americano fermato dopo aver danneggiato una statua di Cristo nella Città Vecchia. La polizia lo ha arrestato in attesa di una valutazione psichiatrica

Questa mattina intorno alle 8.30 un attacco si è verificato presso la Cappella della Condanna, all’interno del complesso del Santuario della Flagellazione, nella Città Vecchia di Gerusalemme, all’inizio della “Via Dolorosa”. Secondo la polizia, l’autore del gesto vandalico è un turista ebreo americano di circa quarant’anni che è entrato, ha buttato a terra la statua di Gesù e ne ha distrutto la faccia. Il portiere lo ha bloccato rapidamente e la polizia ha poi compiuto un arresto.

Attack-occured-at-the-Chapel-of-the-Condemnation-Flagellation-Sanctuary-in-the-Old-City-of-Jerusalem

In uno sforzo congiunto gli agenti di polizia del distretto di David, insieme ad un poliziotto di frontiera e con l’assistenza della guardia di sicurezza della chiesa, hanno arrestato l’uomo sospettato del reato. L’uomo è stato portato alla stazione di polizia di David Precinct per essere interrogato e la polizia israeliana ha aperto un’indagine sul reato

Nel frattempo è stata disposta una valutazione psichiatrica per determinare la salute mentale del sospetto.

La polizia israeliana prende molto sul serio i danni alle istituzioni e ai siti religiosi.

“La polizia – fa sapere un comunicato – continuerà ad agire con determinazione contro la violenza e il vandalismo nei luoghi santi di tutte le religioni. Continueremo anche a lavorare per mantenere la sicurezza e l’ordine. La Polizia di Israele è attiva nei suoi sforzi contro i trasgressori ovunque essi siano, compresi coloro che danneggiano i luoghi santi e i sentimenti religiosi”.

Attack-occured-at-the-Chapel-of-the-Condemnation-Flagellation-Sanctuary-in-the-Old-City-of-Jerusalem

La Custodia di Terrasanta dal canto suo ha fatto sapere che si tratta del quinto incidente verificatosi nelle ultime settimane di questo tipo. Proprio la scorsa settimana, – spiegano dalla Custodia – alcuni turisti sono stati attaccati da un gruppo di ebrei religiosi che sono entrati a Porta Nuova. Hanno compiuto atti vandalici vicino alla sede della Custodia di Terra Santa, scagliando sedie, tavoli e bicchieri e trasformando il quartiere cristiano in un campo di battaglia. Ancora prima, circa due settimane fa, un cimitero cristiano a Gerusalemme è stato vandalizzato e graffiti che dicevano “Morte ai cristiani” sono stati scritti sui muri di un monastero nel quartiere armeno e sono stati vandalizzati i locali usati come chiesa nel centro maronita di Ma’alot.

In un comunicato la Custodia di Terra Santa scrive:

Seguiamo con preoccupazione e condanniamo fermamente questa sequenza crescente di gravi atti di odio e di violenza nei confronti della comunità cristiana in Israele. Non è un caso che la legittimazione della discriminazione e della violenza nell’opinione pubblica e nell’attuale scenario politico israeliano si traduca poi anche in atti di odio e di violenza contro la comunità cristiana. Ci aspettiamo e chiediamo che il governo israeliano e le forze dell’ordine agiscano con decisione per garantire la sicurezza per tutte le comunità, per garantire la tutela delle minoranze religiose e per sradicare il fanatismo religioso, questi gravi fenomeni di intolleranza, questi crimini d’odio, e gli atti di vandalismo diretti contro i Cristiani in Israele.

Foto e video da Gerusalemme di Marinella Bandini

Tags:
gerusalemmegesù cristovandalismo
Top 10
See More