Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Febbraio |
San Giuseppe da Leonessa
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Una delle maniere più semplici di pregare è anche la più efficace 

GIRL PRAYING

Fabio PIGNATA/CPP/CIRIC

Padre Peter John Cameron, O.P. - pubblicato il 24/01/23

E se il modo più semplice di pregare fosse “solo” pronunciare il nome di Gesù? Già quel nome, in sé, contiene la presenza che esso significa. Dirlo con fede permette di cacciare ogni pensiero cattivo e di indirizzarsi amorosamente a Cristo.

Non avete tempo di pregare? Eppure una sola parola contiene in sé la potenza di un’intera preghiera: è il nome di Gesù. Uno dei modi più semplici di pregare è anche il più efficace: dire con devozione “Gesù”. 

È il solo nome che contiene veramente la presenza che significa. Dire con fede il Santo Nome di Gesù caccia i pensieri cattivi e avvicina a Cristo chi prega così: 

Il nome “Gesù” contiene tutto. Il Nome di Gesù è il solo che contiene la presenza che significa. 

Catechismo della Chiesa Cattolica 432 

Il Santo Nome di Gesù è potentissimo. Come ricorda il Catechismo della Chiesa Cattolica: «Il nome “Gesù” significa che il nome stesso di Dio è presente nella persona del Figlio». Anche gli apostoli hanno testimoniato la supremazia spirituale del nome di Gesù. Per San Pietro «non c’è altro nome sotto al cielo dato agli uomini nel quale è stabilito che possiamo essere salvati» (At 4,12). Il nome di Gesù battezza e perdona, ricorda san Giovanni: «Per il Nome di Gesù, i tuoi peccati sono perdonati… Possedete la vita eterna, voi che credete al nome del Figlio di Dio» (1Gv 2,12.5,13). Il solo nome di Gesù è dunque molto più che una preghiera: esso compie le cose che Gesù stesso ha compiuto. 

Ma ora siete stati lavati – scrive san Paolo –, siete stati santificati, siete stati giustificati nel Nome del Signore Gesù Cristo. 

1Cor 6,11 

«Il nome di Gesù è il più grande onore del credente» 

Per comprendere la potenza di un nome, basta pensare alla gioia procurata quando si sente il proprio nome pronunciato da qualcuno che amiamo. «Il dono di un nome è nell’ordine della fiducia e dell’intimità» (CCC 2143). In effetti, il nome svela la persona ed è una sorta di invito a fare un passo verso di lei: 

Rivelare il proprio nome significa darsi a conoscere agli altri; significa in qualche modo consegnarsi, diventando accessibili, capaci di essere conosciuti più intimamente e avvicinati personalmente. 

CCC 203 

Ora, Gesù ha fatto tutto questo per noi, nel dono stesso del suo Santo Nome. «Il Nome di Gesù è il più grande onore del credente», scriveva san Bernardino da Siena. 

Una preghiera molto potente 

Per pregare il Santo Nome di Gesù, basta sedersi e ripetere semplicemente e amorosamente e“Gesù”, a bassa voce. L’invocazione prolungata del nome di Gesù costituisce una preghiera molto potente, ed aiuta a soffocare i pensieri d’orgoglio, di autosoddisfazione, d’ira, e permette al contrario di sviluppare pensieri buoni. 

Il Nome di Gesù, dunque, non è soltanto un nome, poiché racchiude il mistero e la potenza della persona di Cristo. Ripetere il nome “Gesù” con fede permette al tempo stesso di spezzare il filo dei pensieri cattivi e di inculcarci «lo spirito che è in Cristo Gesù» (Fil 2,5). 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
catechismogesù cristonomepreghierasacro cuore di Gesù
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni