Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 07 Febbraio |
Beato Pio IX
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Memento mori: preparare corpo e anima nel 2023

skull on table with candles

Pixel-Shot / Shutterstock

Cecilia Pigg - pubblicato il 04/01/23

Preparatevi – corpo e anima – e aiutate i vostri cari ponendovi queste 6 domande all'inizio di un nuovo anno

Passando davanti all’affascinante casetta dal tetto rosso nel nostro quartiere, mi sono resa conto che qualcosa non andava. Le finestre erano sparite, e la gente spostava cose attraverso i fori che avevano lasciato.

A quanto pare c’è stato un incendio la mattina di Natale. Tutti sono riusciti a uscire in tempo, ma mi ha fattto bene passare davanti a quella casa in queste ultime settimane. Mi ha fatto fare il punto – sono pronta, anima e corpo, per qualsiasi cosa possa accadere quest’anno?

Sto preparando una lista di cose pratiche per il corpo e l’anima per poter avere pace sapendo di aver fatto la mia parte per essere pronta alla fine.

Può sembrare un modo malinconico per iniziare il nuovo anno, ma sembra che non ci sia mai il momento giusto per pensare a questo tipo di cose. Dovremmo essere sempre pronti a incontrare Dio faccia a faccia, e quindi ecco qualche domanda da porsi sulla vita e sulle questioni del fine vita…

Avete fatto testamento?

Questo dev’essere l’anno in cui farò testamento. So che è bene farlo, ma non era una mia priorità. Ho pensato che questa guida fosse utile perché mi ha fatto pensare a quello che la mia morte e/o quella di mio marito comporterebbe per la nostra famiglia. Chi si prenderà cura dei nostri figli? Abbbiamo un documento che contenga informazioni sulle nostre finanze che faciliti a qualcuno il compito di mettere ordine nelle nostre cose?

Avete un’assicurazione?

So che abbiamo una politica economica per coprire le spese funebri per mio figlio maggiore, ma devo controllare per vedere se abbiamo fatto lo stesso anche per gli altri figli. Di recente abbiamo esaminato la questione per me e mio marito, e apportato alcune modifiche visto che il mio reddito non è più l’entrata principale per la nostra famiglia. 

Avete qualche preferenza per il vostro funerale?

E in caso affermativo, l’avete scritta da qualche parte o ne avete parlato con qualcuno?

Personalmente, so che non voglio essere cremata, e dopo aver visitato molti cimiteri so quale tipo di tomba NON voglio. Avevo scelto inni e letture per la mia Messa funebre, ma avendo partecipato a vari funerali sono meno preoccupata per gli inni e le letture da scegliere – questi dettagli interessano più i vivi che assistono al funerale che alla persona nella bara. Penso quindi che sia meglio prendere quelle decisioni quando si è vivi. 

Ecco ora qualche suggerimento pratico per assicurarsi che la propria anima sia pronta per la morte, in qualsiasi momento possa arrivare…

Le persone nella vostra vita sanno che vorreste ricevere l’unzione dei malati in prossimità della morte?

Ho ricevuto questo sacramento una volta (è una lunga storia) e ho sperimentato una profonda esperienza di guarigione, e quindi posso solo immaginare quanto sia “potente” quando si avvicina la morte. Assicuratevi che qualcuno vicino a voi sappia quanto sarà importante per voi se sarete gravemente feriti, malati o trasferiti in un hospice.

Avete intenzione di confessarvi almeno durante la Quaresima di quest’anno?

La Chiesa ci chiede di accostarci a questo Sacramento almeno una volta all’anno, e dobbiamo ricevere la Santa Comunione almeno una volta all’anno nel periodo pasquale. Se non lo fate da un po’, inseritelo nel vostro calendario di quest’anno durante la Quaresima. La grazia che riceviamo dalla Confessione può aiutarci a vivere meglio la vita quotidiana, e più ci si accosta, più diventa facile. 

Avete un rapporto con San Giuseppe?

San Giuseppe è il patrono della morte serena. Chiedetegli aiuto per prepararvi a una buona morte. 

Tags:
memento morimorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni