Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Miracolo natalizio? Una chiesa cattolica in Ucraina attaccata colpita dalle bombe, ma non esplodono

liberación Jerson

Anadolu Agency via AFP

Francisco Vêneto - pubblicato il 30/12/22

Al momento del bombardamento, la chiesa era piena, anche di bambini. Una delle bombe si è spezzata in due, l'altra è rimasta attaccata a un muro

Una chiesa cattolica di rito latino di Kherson (Ucraina) è stata bersaglio di un bombardamento il 23 dicembre, ma gli ordigni non sono esplosi, anche se sono stati lanciati sul tetto aprendovi dei fori. Una delle bombe si è spezzata in due, l’altra è rimasta attaccata a una parete.

Al momento del bombardamento, la chiesa era piena, anche di bambini. I fedeli locali descrivono l’episodio come “un miracolo natalizio”.

Nell’omelia della Messa del giorno dopo, il 24 dicembre, il vescovo Stanislav Szyrokoradiuk, di Odessa-Simferopol, ha commentato:

“Si stanno verificando molti casi miracolosi. Dio comanda. Una persona spara, ma Dio controlla le bombe. Ci sono cattolici che tutti i venerdì digiunano a pane e acqua come sacrificio per la vittoria, per i soldati”.

Il vescovo ha citato specificatamente il bombardamento del giorno precedente:

“Kherson è stata bombardata persistentemente venerdì. Dopo il bombardamento, il nostro parroco ci ha chiamato e ci ha detto: ‘Sono cadute due bombe sulla chiesa’. Stavano partecipando tutti alla pulizia del tempio: bambini, donne, due sacerdoti. Si stavano preparando al Natale, e nessuna di quelle bombe è esplosa. Hanno lasciato solo dei fori sul tetto. Non è la grazia di Dio?”

“Se preghiamo, se confidiamo in Dio, Dio controlla le bombe”.

Nonostante i casi sporadici che rafforzano la speranza dei fedeli ucraini, come quello della chiesa che ha resistito alle bombe, la tragedia della guerra persiste mortalmente. Nella notte di Natale, Kherson ha continuato ad essere colpita dalle bombe, che hanno ucciso almeno 10 persone e ne hanno ferite 55.

Tags:
bombardamentichiesamiracoloucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni