Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Nascere a Betlemme 2.000 anni dopo Gesù

Hopital-Ste-Famille-Ordre-de-Malte.jpg

© Ordre de Malte France / Facebook

Cécile Séveirac - pubblicato il 21/12/22

A pochi passi dalla grotta in cui è nato Cristo, a Betlemme, l'Ospedale della Sacra Famiglia dell'Ordine di Malta offre un'assistenza eccellente a mamme e bambini palestinesi, e si prepara ad accogliere il neonato numero 100.000

A Betlemme, la città in cui è nato Gesù, l’Ospedale della Sacra Famiglia aspetta a Natale la nascita numero 100.000. 

Situato a 800 metri dalla Grotta della Natività, il reparto Maternità dell’ospedale è diventato un punto di riferimento per le donne incinte, che vi trovano un’offerta di assistenza all’avanguardia e accessibile ai più poveri.

Sono vari i bambini che nascono ogni giorno in questa struttura cattolica, amministrata dall’Ordine di Malta della Francia dal 1990.

Nel 2019, il 68% delle donne del distretto di Betlemme ha partorito qui. Per le famiglie dei villaggi nei dintorni di Betlemme, che a volte vivono in condizioni drammatiche per la mancanza di acqua ed elettricità, i medici dell’ospedale si spostano grazie alla loro clinica mobile, offrendo così un’assistenza diretta in loco.

Accesso squilibrato all’assistenza medica in Palestina

Betlemme è capoluogo di un distretto di 225.020 abitanti della Cisgiordania. Si trova a una decina di chilometri da Gerusalemme, e affronta molte difficoltà: esplosione demografica, tasso di disoccupazione esponenziale, estrema povertà e forte insicurezza.

Questa instabilità è specifica dei territori occupati e della Striscia di Gaza, e impedisce che molte donne possano partorire in buone condizioni. Per questo, la mortalità infantile è elevata, e la pandemia di Covid-19 non ha aiutato a migliorare la situazione, ha reso noto Michèle Burke Bowe, ambasciatrice dell’Ordine di Malta in Palestina, a Vatican News.

Il numero dei bambini prematuri è raddoppiato per via di condizioni di vita particolarmente sfavorevoli, e anche i medici sono sempre più scarsi.

La Maternità della Sacra Famiglia è quindi molto spesso l’unico modo per far sì che queste donne abbiano accesso a un’assistenza di alta qualità e possano partorire serenamente.

Il primo obiettivo dell’ospedale è offrire assistenza medica senza distinzione di origine, religione, cultura o condizioni sociali. In ogni stanza c’è un crocifisso, alla parete della sala operatoria c’è l’icona della Sacra Famiglia, in cortile una statua della Madonna. Il 52% dell’équipe medica è cristiana, ma i pazienti sono a maggioranza musulmani.

2.000 anni dopo l’arrivo del Principe della Pace, nascere a Betlemme è ancora complicato, ma questo rafforza più che mai la missione del reparto Maternità dell’Ospedale della Sacra Famiglia.

Tags:
betlemmematernitàospedale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni