Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Veto della Polonia su una proposta di maternità surrogata e matrimonio omosessuale

European Commission

Quinta | Shutterstock

J.P. Mauro - pubblicato il 20/12/22

Il leader polacco afferma che la proposta della Commissione Europea costringerebbe gli Stati membri a riconoscere le famiglie LGBT e la maternità surrogata


I legislatori polacchi stanno respingendo una proposta della Commissione Europea che vorrebbe che tutti gli Stati membri dell’UE riconoscessero i matrimoni omosessuali avvenuti in altri Paesi. Il vice-Ministro della Giustizia, Sebastian Kaleta, ha dichiarato che la Polonia intende porre il veto alla proposta.

SecondoChristian Network Europe (CNE), i rappresentanti di Bruxelles hanno proposto la nuova regolamentazione presentandola come un sostegno ai diritti e al benessere dei bambini. La Commissione Europea ha scritto nella sua conferenza stampa:

“Uno degli aspetti chiave della proposta è che la genitorialità stabilita in uno Stato membro dell’UE dovrebbe essere riconosciuta in tutti gli altri Stati membri, senza alcuna procedura speciale”.

Kaleta si è opposto con decisione alla misura, notando che il progetto legherebbe la Polonia ai “diritti dell’Europa occidentale”, e che la formulazione della proposta non rispetterebbe il bando di alcuna Nazione alla maternità surrogata e costringerebbe le Nazioni a offrire l’adozione alle coppie omosessuali. Allo stesso modo, ha indicato che la legge potrebbe portare a regolamentazioni più rigide, come costringere la Polonia a riconoscere i matrimoni omosessuali o la teoria di genere.

Attualmente, solo 14 dei 27 Stati dell’UE riconoscono il matrimonio omosessuale, e altri sette riconoscono “partnership registrate”. I Paesi che si oppongono alla maternità surrogata hanno anche trovato difficile evitare ai potenziali genitori di portare surrogati stranieri nel Paese del genitore, e la proposta della Commissione Europea complicherebbe ancor di più le cose.

La proposta deve ora essere sottoposta al Consiglio Europeo e al Parlamento Europeo per il dibattito, ma Kaleta ha affermato fermamente che la Polonia non aderirà alla misura nel caso in cui venisse approvata. Notes From Poland ha riportato il suo commento:

“Finché in Polonia sarà al timone questo Governo, questo documento non entrerà mai in vigore”.

Tags:
commissione europeamaternità surrogatamatrimonio gaypolonia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni