Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 27 Gennaio |
Sant'Angela Merici
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

12 volte in cui abbiamo sorriso insieme a Papa Francesco nel 2022

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
WEB2-AM01-Antoine-Mekary-ALETEIA-AM_1224.jpg

Antoine Mekary | ALETEIA

Isabelle H. de Carvalho - pubblicato il 20/12/22

Scherzi, preghiere e telefonate: 12 momenti dolci, divertenti e spontanei che hanno caratterizzato l'anno di Papa Francesco

Nel contesto dei conflitti mondiali, del ginocchio dolorante del Papa e delle polarizzazioni all’interno della Chiesa, può risultare naturale concentrarsi sulle situazioni negative che hanno caratterizzato l’anno del Pontefice e della Chiesa.

Il 2022 è stato però marcato anche da molti momenti allegri in cui il carisma e la spontaneità del Papa hanno brillato. Dalle benedizioni inattese agli estranei a scherzi sul suo ginocchio, ecco 12 volte in cui abbiamo sorriso insieme a Papa Francesco durante l’anno.

L’11 gennaio, Papa Francesco ha lasciato il Vaticano sperando di visitare rapidamente un negozio di dischi nel centro di Roma senza essere notato. I proprietari del negozio hanno riferito al quotidiano Avvenire che il Pontefice visitava spesso il negozio prima di essere eletto.

La fortuna sembra non aver aiutato Francesco, visto che un giornalista spagnolo del Vaticano stava aspettando un taxi nella zona proprio mentre il Pontefice usciva dal negozio e ha così dato la notizia. Il giornalista ha poi scritto al Papa per scusarsi, ma anche per spiegare che era felice di aver riportato notizie allegre.

Il Pontefice ha risposto con lo stesso tono vivace, dicendo che non poteva credere alla sua sfortuna perché “dopo aver preso tutte le precauzioni, c’era un giornalista che aspettava una persona alla fermata del taxi”. “Non dobbiamo perdere il senso dell’umorismo”, ha aggiunto.

Quando i senzatetto hanno intervistato il Papa

In un libro pubblicato in italiano, spagnolo e francese il 1º aprile, Papa Francesco ha risposto a 100 domande di un gruppo di persone senza fissa dimora e svantaggiate. Ospite alla Casa Santa Marta, questo gruppo di persone fa parte dell’Associazione Lazare, che organizza alloggi sociali in Francia in cui convivono giovani e senzatetto.

Il gruppo ha posto al Papa domande giunte da tutto il mondo, raccolte da altre associazioni caritative e ONG. Il Pontefice ha affrontato vari temi: da quale è lo stipendio del Papa al fatto che avesse avuto o meno una ragazza da giovane e al suo santo preferito (Santa Teresa di Lisieux!).

Una benedizione inaspettata a Malta

Quando Papa Francesco si è recato a Malta agli inizi di aprile, ha dato a una coppia di sposi novelli una benedizione inaspettata. Danielle e Matthew stavano festeggiando il loro matrimonio quando hanno deciso di unirsi alla folla che aspettava nelle strade che passasse il Pontefice.

Quando li ha visti tra la gente, il Papa ha chiesto all’autista di rallentare per poter abbassare il finestrino e condividere qualche pensiero con la coppia. Il momento memorabile è stato catturato dai fotografi delle nozze.

Un po’ di tequila per alleviare il dolore al ginocchio?

In un video virale di maggio, si vede Papa Francesco parlare con alcuni seminaristi messicani dei Legionari di Cristo durante un’udienza generale. Quando gli chiedono come sta il suo ginocchio, dalla papamobile risponde che è “capriccioso”.

I seminaristi lo ringraziano per la sua presenza all’udienza nonostante il dolore e dicono che è un esempio per futuri sacerdoti come loro. “Sai cosa mi serve per la mia gamba? Un po’ di tequila!”, scherza, mentre i seminaristi ridono e promettono di portargli una bottiglia se andranno a Santa Marta.

“Per governare dicono ci voglia la testa, non le gambe”

A maggio, Papa Francesco ha iniziato a usare una sedia a rotelle, che ha suscitato voci sul suo stato di salute e su una possibile rinuncia imminente. Quello stesso mese, rivolgendosi ai vescovi italiani durante la loro assemblea plenaria, ha scherzato sulla situazione dicendo che “per governare dicono ci voglia la testa, non le gambe”.

I bambini “coraggiosi” che hanno accompagnato Papa Francesco nell’udienza generale

In più di un’occasione nel 2022, Papa Francesco è stato interrotto durante l’udienza generale dai bambini che salivano sul palco. Il 17 agosto è stata la volta di un bambino di cinque anni che correva sul palco dell’Aula Paolo VI e poi, quasi abbagliato, si è fermato in silenzio e attento accanto al Papa, che gli ha accarezzato la testa.

In Piazza San Pietro, il 9 novembre, sono stati Paolo, 11 anni, e sua sorella a spiccare. Il Pontefice ha detto che erano i due “coraggiosi” di quel giorno. Paolo, colpito da una rara malattia neurodegenerativa, che conta solo due casi in Italia, si era già seduto accanto al papa durante un’udienza generale nel 2021.

Quando il Papa ha chiamato dei sacerdoti a Napoli

Quando Papa Francesco ha qualcosa da dire, chiama spesso direttamente le persone interessate. Quest’anno uno dei fortunati è stato padre Michele Madonna, parroco di Napoli, che ha organizzato “rave cristiani” per i suoi giovani fedeli.

Ad agosto, l’ex DJ ha ricevuto una telefonata del Pontefice, che si è interessato alla sua iniziativa. Un paio di mesi dopo, Papa Francesco ha chiamato anche un altro sacerdote napoletano, padre Maurizio Patriciello, che ha incoraggiato nella sua lotta e nel suo ministero dopo che è stato minacciato dalla camorra e ha dovuto essere scortato dalla Polizia.

La visita numero 100 del Papa alla Madonna a Santa Maria Maggiore

Il 2 novembre, alla vigilia del viaggio in Bahrein, Papa Francesco è andato come d’abitudine a pregare davanti all’icona di Maria Salus Populi Romani nella basilica romana di Santa Maria Maggiore. È stata la sua 100ma visita all’icona, davanti alla quale prega prima e dopo ogni viaggio internazionale.

Per l’occasione, una corona di fiori con il numero 100 ha ornato il portale della Cappella Paolina, in cui si trova l’icona della Vergine. La prima visita del Papa all’amata icona è avvenuta il 14 marzo 2013, il giorno successivo alla sua elezione.

Brigitte Macron dice al Papa che prega per lui

Il 24 ottobre, il Presidente francese Emmanuel Macron ha fatto visita a Papa Francesco in Vaticano. Dopo un incontro durato quasi un’ora, mentre il Pontefice si congedava dal Presidente e da sua moglie Brigitte, ha chiesto loro di pregare per lui, com’è solito fare. Brigitte Macron ha risposto: “Prego per lei, prego per lei tutti i giorni”.

“Sono sempre stato felice nei posti in cui il Signore mi ha messo e mandato”

In un’intervista al quotidiano La Stampa pubblicata il 18 novembre, poco prima del suo viaggio ad Asti, il Papa è stato sincero e profondo nel riflettere sul senso della sua elezione e della sua missione. “Grazie alla mia vocazione, sono sempre stato felice nei posti in cui il Signore mi ha messo e mandato. Ma non perché ‘ho vinto qualcosa’, non ho vinto niente… questo è un servizio, e la Chiesa me lo ha chiesto; io non pensavo di essere eletto, e invece il Signore lo ha voluto. Dunque avanti. E faccio quello che posso, ogni giorno, cercando di non fermarmi mai”.

Un pranzo di compleanno per la cugina 90enne

Il 19 e 20 novembre, Papa Francesco ha realizzato un viaggio privato per la prima volta dall’inizio del suo pontificato. La destinazione è stata Asti, in Piemonte, luogo d’origine della sua famiglia. Alcuni suoi parenti vivono ancora lì, come la cugina Carla Rabezzana. Il Pontefice è andato da lei per festeggiare il suo 90° compleanno, l’8 novembre.

Calorosi sorrisi con Roberto Benigni

Il 7 dicembre, Papa Francesco ha incontrato l’attore e regista Roberto Benigni, il cui film “La vita è bella” ha vinto l’Oscar nel 1998.

Il giorno dopo sarebbe stato trasmesso il nuovo programma di Benigni sulla figura di San Francesco d’Assisi. Nel corso degli anni, i due hanno stretto un’amicizia, e l’attore ha lavorato in varie produzioni su temi cattolici. “Quando a scuola mi chiedevano che cosa volevo fare da grande, rispondevo: ‘Il Papa’. E siccome tutti si mettevano a ridere ho capito che dovevo fare il comico”, ha scherzato una volta Benigni.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
papa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni