Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Febbraio |
San Biagio
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Il cardinale Ouellet cita la donna che lo ha accusato di abusi sessuali

CARDINAL MARC OUELLET

Daniel Mallard | QMI Agency

Francisco Vêneto - pubblicato il 16/12/22

Traccia una distinzione tra le vere vittime di abuso sessuale e le persone che usano questa accusa per calunniare

Il cardinale canadese Marc Ouellet, prefetto del Dicastero vaticano per i Vescovi, ha diffuso un comunicato ufficiale dicendo che citerà la donna che lo ha accusato senza prove di aver perpetrato abusi sessuali nei suoi confronti quando era arcivescovo di Québec.

Il 16 agosto di quest’anno, il cardinale è stato denunciato insieme ad altri 80 sacerdoti e laici di quell’arcidiocesi in una class action che li accusava di questo tipo di crimini. Il cardinale Ouellet in particolare era accusato di “aver toccato in modo inadeguato una stagista tra il 2008 e il 2010”.

Nel comunicato diffuso il 13 dicembre, il porporato afferma:



“In una dichiarazione datata 19 agosto, ho negato fermamente queste accuse infami e diffamatorie espresse ingiustamente contro di me. A onor del vero, voglio sottolineare che non ho mai commesso gli atti di cui la denunciante mi accusa”.

“Dopo un’indagine preliminare, Papa Francesco ha ritenuto che non ci fossero prove sufficienti per avviare un’indagine canonica per abuso sessuale. Intento oggi un’azione legale per diffamazione davanti ai tribunali di Québec per dimostrare la falsità delle accuse rivolte nei miei confronti e ristabilire la mia reputazione e il mio onore”.

Il cardinale traccia poi una distinzione tra le vere vittime di abuso sessuale e le persone che usano questa accusa per calunniare:



“Le vittime di abusi sessuali hanno il diritto a un giusto indennizzo per i danni che hanno subìto. Sono sensibile alla loro sofferenza e ribadisco loro la mia sincera solidarietà. Il loro diritto alla giustizia non viene messo in discussione dalla mia azione legale, che è tuttavia dolorosamente necessaria per difendere la verità, la mia reputazione e il mio onore”.

Ouellet ha annunciato che l’eventuale risarcimento derivante dalla causa, nel caso in cui la vinca, verrà destinato alla “lotta contro gli abusi sessuali delle popolazioni indigene del Canada”.

Tags:
abusi sessualicanadacardinale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni