Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 27 Gennaio |
Sant'Angela Merici
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Mentre la loro Nazionale avanza ai mondiali, gli Argentini chiedono aiuto ai santi popolari

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
ARGENTINA SOCCER FANS

Celso Pupo | Shutterstock

i.Media per Aleteia - pubblicato il 13/12/22

Ogni giorno, Aleteia offre una selezione di articoli scritti dalla stampa internazionale sulla Chiesa e le questioni principali che preoccupano i cattolici nel mondo. Le opinioni e i punti di vista espressi in questi articoli non sono quelli degli editori.

Martedì, 13 dicembre 2022

1. Mentre la loro Nazionale avanza ai mondiali, gli Argentini chiedono aiuto ai santi popolari

2. Nuovo tentativo del Parlamento portoghese di legalizzare l’eutanasia

3. La Russia evita il Vaticano

4. Il Papa chiede clemenza per i prigionieri a Natale

5. In Iraq, il dialogo tra cristiani e sciiti va avanti

1Mentre la loro Nazionale avanza ai mondiali, gli Argentini chiedono aiuto ai santi popolari

Mentre l’Argentina si prepara a giocare una dura semifinale contro la Croazia il 13 dicembre, il media gesuita America esamina gli importanti legami tra calcio e devozione religiosa nel Paese di Papa Francesco. Poco prima dei Mondiali, il presidente della federazione nazionale argentina di calcio ha visitato il santuario di Difunta Correa, nella zona occidentale del Paese, che prende il nome da una donna morta salvando il suo bambino. Lì ha ringraziato la Correa per le vittorie dell’Argentina e ha pregato per vincere la Coppa del Mondo. In Argentina, questo tipo di superstizione religiosa è molto comune. Oltre a Difunta Correa, altri ‘santi popolari’, come Gauchito Gil o Osvaldo Pugliese, sono stati invocati per chiedere la vittoria della squadra di calcio in Qatar. Questi santi, amati e pregati da tutta la popolazione, non sono quelli della Chiesa cattolica – che, a differenza della pietà popolare, è in declino nel Paese, anche se è ancora la religione più diffusa. La Santa Sede ha riconosciuto solo tre santi in Argentina, due dei quali sono stati recentemente canonizzati da Papa Francesco. A differenza di quelli legittimamente riconosciuti dalla Chiesa, i santi “canonizzati” dalla popolazione, spesso emarginati che si sono sacrificati combattendo contro chi era al potere, hanno sostituito facilmente quelli ufficiali negli stadi e al di fuori delle istituzioni ufficiali. Gli appassionati di calcio argentini hanno ora portato questi eroi popolari dall’altra parte del mondo, brandendo bandiere e cartelli con i loro nomi dai loro sedili negli stati del Qatar. 

America, inglese.

2Nuovo tentativo del Parlamento portoghese di legalizzare l’eutanasia

La saga relativa alla legalizzazione dell’eutanasia continua ad agitare il Portogallo. Per la quinta volta in quattro anni, il Parlamento ha infatti votato per legalizzare questa pratica. La prima volta in cui il disegno di legge è stato discusso in Parlamento, è stato respinto; la seconda volta è stato approvato e poi respinto dalla Corte costituzionale. La terza e la quarta volta, sotto Governi consecutivi, è stato approvato, ma il Presidente ha posto il veto. Dopo questo quinto voto positivo – nonostante le continue obiezioni di molti professionisti sanitari e del comitato etico nazionale -, il disegno di legge verrà nuovamente sottoposto al Presidente Marcelo Rebelo de Sousa, la cui opposizione alla misura è ampiamente nota. Le opzioni sono tre: può firmarla, rinviarla alla Corte costituzionale o porre il veto. Se scegliesse l’ultima opzione, dovrà ratificarla se il Parlamento la approverà una seconda volta, anche se alcuni esperti ritengono che possa invocare l’obiezione di coscienza e rifiutarsi di farlo, mettendo così in pausa la misura a tempo indeterminato, cosa che non è mai stata fatta prima. L’Associazione Portoghese dei Giuristi Cattolici ritiene che il Presidente dovrebbe inviare il disegno di legge alla Corte costituzionale. I sostenitori dell’eutanasia dicono di aver eliminato i difetti che hanno portato la Corte ad annullare una versione precedente del disegno di legge, ma Rebelo de Sousa potrebbe sollevare obiezioni relativamente ad altri aspetti che l’ultima volta non sono stati esaminati. Di fronte ai possibili sviluppi, la task force sanitaria interreligiosa, che riunisce esperti sanitari delle principali comunità religiose del Portogallo, ha espresso la propria preoccupazione. In Vaticano, il cardinale portoghese José Tolentino Mendonça, prefetto del Dicastero per la Cultura e l’Educazione, ha lamentato una “sconfitta della civiltà che rattrista e preoccupa non solo i credenti, ma anche molti non credenti”. Parlando al media cattolico portoghese Renascença, ha affermato che “scegliere l’eutanasia, o offrirla come soluzione per la propria vita, significa senza dubbio sminuire la speranza”.

The Tablet, inglese.

3La Russia evita il Vaticano

La Russia non può prendere in considerazione il Vaticano come sede di possibili negoziati tra Mosca e Kiev, ha affermato la portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova. Dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, la Santa Sede si è offerta come mediatore. 

Radiosputnik, russo.

4Il Papa chiede clemenza per i prigionieri a Natale

Papa Francesco ha inviato una lettera ai Capi di Stato del mondo chiedendo loro di offrire il perdono ai prigionieri “che essi ritengano idonei a beneficiare di tale misura”. Questo gesto segue l’esempio di Giovanni Paolo II nel 2000. 

Vatican News, inglese.

5In Iraq, il dialogo tra cristiani e sciiti va avanti

Due anni dopo lo storico viaggio di Papa Francesco in Iraq, nel marzo 2020, avrà luogo una conferenza tra Baghdad e la città santa sciita di Najaf, che sarà un’opportunità per un incontro tra autorità cattoliche e sciite. Due anni fa, Francesco è stato il primo Pontefice a mettere piede in Iraq. A Najaf ha incontrato l’Ayatollah al-Sistani, una delle figure di maggior spicco del mondo sciita. 

Fides, inglese.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
rassegna stampa internazionale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni