Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

I russi arrestano due preti nel Dontesk per presunto terrorismo

UKRAINE-EU-RUSSIA-UNREST-POLITICS

SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images

Priests serve during clashing break of the opposition and the police in Kiev on January 21, 2014. Russia on Tuesday warned the situation in Ukraine was spiralling out of control after a second night of violent clashes between pro-EU protesters and security forces in the centre of Kiev. AFP PHOTO/ SERGEI SUPINSKY (Photo credit should read SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images)

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 28/11/22

Durissimo il commento vescovo dell'Esarcato di Donetsk. Intanto si raffredda la diplomazia tra Russia e Vaticano dopo le parole del Papa sui ceceni

Due preti cattolici sono stati arrestati dalle milizie russe nel territorio del Donetsk: lo rende noto la Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (Acs). I due preti, padre Ivan Levitskyi e padre Bohdan Heleta, prestavano servizio nella città portuale di Berdyansk. Sarebbero stati incarcerati con l’accusa di aver preparato un atto terroristico. Berdyansk, nel sud-est dell’Ucraina, è stata occupata dalla Russia dal febbraio 2022.

UKRAINE WAR DESTRUCTION
Anche la Chiesa Cattolica nel Donetsk sta pagando a caro prezzo la guerra.

Detenzione “infondata e illegale”

I preti arrestati dalle milizie russe, appartenenti alla Congregazione dei Redentoristi, prestavano assistenza pastorale alle parrocchie greco-cattoliche e cattoliche di rito latino. Sono tra i pochi rimasti nei territori occupati. Secondo mons. Stepan Meniok, vescovo dell’Esarcato di Donetsk, la detenzione è “infondata e illegale”. I russi li accusano di “aver preparato un atto terroristico”.

L’apertura di Peskov al Vaticano 

Nella mattina del 28 novembre, scrive ancora quotidiano.net, la Russia aveva detto di accogliere con favore le iniziative di alcuni Stati, tra i quali il Vaticano, di fornire una sede per i negoziati con l’Ucraina. Tuttavia, tali proposte non possono essere utilizzate “nella situazione attuale” a causa della posizione di Kiev, secondo il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. 

La contrarietà del ministero degli Esteri russo 

Altri commenti del Papa, invece, non sono stati ricevuti con lo stesso entusiasmo. L’affermazione del Papa che “forse i più crudeli” nell’esercito russo in Ucraina sono “i ceceni, i buriati e così via” è stata definita “una perversione della verità” dalla portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova. Che ha respinto l’accusa di aver “invaso” il territorio ucraino.

Tags:
guerrapretirussia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni