Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 29 Febbraio |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

La scienza rivela che mostrare gratitudine rende più felici

Woman-lying-over-autumn-ground-relaxing-at-park-shutterstock

Ground Picture | Shutterstock

Cerith Gardiner - pubblicato il 23/11/22 - aggiornato il 23/11/22

Essere grati offre molti benefici, ed è un momento opportuno per impegnarsi con questa pratica

Quando si prova gratitudine si fa un favore a se stessi, riferiscono degli studi riportati sul Daily Health Post.

Gli scienziati hanno scoperto che l’atto di provare gratitudine è benefico per la nostra salute. Uno studio, guidato dagli psicologi Robert Emmons dell’Università della California a Davis e Michael McCullough dell’Università di Miami, si è basato sul feedback di tre gruppi di persone sugli effetti fisici del fatto di praticare la gratitudine. Il cervello, hanno scoperto gli esperti, risponde ai sentimenti autentici di gratitudine. Quando dite ai vostri figli di dire “Grazie”, quindi, state facendo loro un favore.

Durante la loro ricerca, gli psicologi hanno chiesto ai vari gruppi studiati di registrare informazioni diverse: al primo è stato chiesto di tenere un diario quotidiano della gratitudine, al secondo gruppo di partecipanti di annotare le cose che li avevano infastiditi durante la giornata e al terzo gruppo solo di registrare i sentimenti provati quel giorno.

Dopo dieci settimane, i ricercatori potevano asserire che coloro che avevano espresso quotidianamente la gratitudine erano più positivi e ottimisti degli appartenenti agli altri gruppi, e anche più sani a livello fisico, con meno necessità di andare dal medico.

Questo feedback positivo è decisamente incoraggiante, ma studi ulteriori hanno mostrato effetti più tangibili della gratitudine sull’individuo. In primo luogo, gli individui che praticano la gratitudine provano meno ansia e dormono quindi meglio di notte, e questo sonno migliore e il minore stress portano anche a meno probabilità di soffrire di arresto cardiaco.

Il cervello è un muscolo complesso, e gli effetti della gratitudine sono ancor più positivi. Gli scienziati hanno scoperto che una delle sostanze neurochimiche rilasciate dall’atto della gratitudine è l’ormone del piacere, la dopamina. Gli individui possono poi sperimentare queste risposte positive ancora una volta rivivendo l’emozione.

Come indica l’articolo del Daily Health Post,

“un semplice ringraziamento scritto è stato associato a una sensibilità neurale significativamente superiore e duratura – i soggetti che hanno scritto lettere in cui si esprimeva gratitudine hanno mostrato sia aumenti comportamentali di gratitudine che una modulazione neurale significativamente maggiore attraverso la gratitudine nella corteccia prefrontale mediale tre mesi dopo”.

Si è detto che c’è anche un impatto positivo sugli adolescenti che esprimono gratitudine. Secondo un rapporto di Frontiers, sembra che il sentimento positivo acquisito sentendosi grati crei in un adolescente un senso di autostima e di compassione per gli altri. È quindi una pratica che si dovrebbe incoraggiare in ogni adolescente, di modo che possa interessarsi con bontà agli altri mantenendosi al contempo su un percorso positivo in quegli anni spesso travagliati.

Esprimere gratitudine può anche essere utile nel matrimonio. Invece di essere pignoli e criticare, quando ci si prende il tempo per mostrare gratitudine al coniuge lo si fa sentire apprezzato e si guadagna anche piacere, come esprime un rapporto riportato sullaClinical Psychology Review.

E allora, rendete la gratitudine un’abitudine quotidiana da praticare a livello individuale o come famiglia, e guardate tutti gli effetti positivi che può avere su di voi!

Tags:
felicitàgratitudinescienza
Top 10
See More