Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 28 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Non ha voluto abbandonare la moglie nell’incendio della loro casa ed è morto con lei

Kenneth Zerr został przy żonie w płonącym budynku

Knumina Studios | Shutterstock; zdjęcie małżeństwa udostępnione przez rodzinę

José Miguel Carrera - pubblicato il 16/11/22

Quando la casa ha cominciato ad andare in fiamme, Kenneth Zerr non ha voluto lasciare la moglie disabile. Sono morti insieme aspettando l'arrivo dei pompieri

Quando la casa ha cominciato ad andare in fiamme, Kenneth Zerr non ha voluto lasciare la moglie disabile. È morto insieme a lei mentre aspettavano l’arrivo dei pompieri.

Il fatto doloroso ha avuto luogo giovedì 10 novembre nel Missouri (Stati Uniti). Una coppia di anziani di New Melle, Kenneth e Phyllis Zerr, è morta nell’incendio della sua abitazione.

Il responsabile del dipartimento locale dei vigili del fuoco, Dan Casey, ha riferito alla CBS News che la vicenda è una specie di “tragica storia d’amore”. Kenneth, 84 anni, avrebbe potuto uscire dall’edificio in fiamme e aspettare in sicurezza l’arrivo dei pompieri, ma ha deciso di rimanere accanto alla moglie immobilizzata.

Phyllis Zerr usava la sedia a rotelle. Quando è scoppiato l’incendio era nel bagno attiguo alla camera da letto. Purtroppo è caduta dalla sedia, e il marito non è riuscito a rialzarla. Kenneth ha chiamato i vigili del fuoco, ha aperto la porta principale e poi è tornato dalla moglie.

“L’agente ha cercato di convincere mio padre a uscire di casa, ma lui ha risposto ‘Non lascerò mia moglie’, ed è rimasto con lei fino alla fine”, ha detto il figlio, Andy Zerr, a KSDK-TV.

I tentativi di di rimettere la donna, anche lei 84enne, sulla sedia a rotelle e uscire di casa sono falliti quando il pavimento della stanza da letto è crollato, tagliando la via di fuga alla coppia. Kenneth ha messo degli asciugamani bagnati sotto la porta del bagno sperando che fermassero il fumo, permettendo loro di aspettare l’arrivo dei soccorsi.

Al loro arrivo, i pompieri hanno trovato all’interno dense nubi di fumo nero. Le operazioni di salvataggio si sono poi viste ostacolate dal crollo del pavimento.

Quando, dopo una lunga ricerca, hanno finalmente trovato gli anziani, erano già morti asfissiati dal fumo. “È un duro colpo per la nostra piccola comunità. Tutte le squadre sul posto hanno fatto il possibile per salvarli”, si legge nel post pubblicato sul profilo del Distretto dei Pompieri di New Melle su Facebook.

“Adoravano stare insieme. Amavano la vita”

I coniugi avevano festeggiato 63 anni di matrimonio a settembre. Erano devoti cattolici, e avevano lavorato per anni nella parrocchia del Cuore Immacolato di Maria di New Melle. Vivevano da 18 anni nella casa in cui si è verificato l’incendio. 

Avevano tre figli, sei nipoti e una dozzina di bisnipoti, e organizzavano grandi feste natalizie con la partecipazione della loro numerosa famiglia. “Adoravano viaggiare, adoravano stare insieme. Amavano la vita”, ha detto il figlio Andy.

“Mio padre ha preferito rimanere con lei che salvare la propria vita”, ha aggiunto. “Hanno sempre vissuto l’una per l’altro. Vorrei che il mio matrimonio fosse come il loro”.

Tags:
coppiamatrimoniomorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni