Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 02 Dicembre |
Santa Blanca de Castilla
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

RASSEGNA STAMPA / Membri di un comitato USA sulla libertà religiosa contro l’accordo Cina-Vaticano

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
flags

esfera | Shutterstock

i.Media per Aleteia - pubblicato il 03/11/22

Ogni giorno, Aleteia offre una selezione di articoli scritti dalla stampa internazionale sulla Chiesa e le questioni principali che preoccupano i cattolici nel mondo. Le opinioni e i punti di vista espressi in questi articoli non sono quelli degli editori.

Giovedì, 3 novembre 2022

1. I membri di un comitato religioso degli Stati Uniti si esprimono contro l’accordo Cina-Vaticano

2. Una mostra su Antoni Gaudí, il grande architetto della Sagrada Familia

3. L’ex vescovo anglicano Michael Nazir-Ali riflette sulla sua conversione al cattolicesimo

4. Il cardinale Schönborn considera il dialogo interreligioso una priorità per la pace mondiale

5. Il vice-presidente dell’episcopato tedesco apre alla depenalizzazione della cannabis

1I membri di un comitato religioso degli Stati Uniti si esprimono contro l’accordo Cina-Vaticano

I membri della Commissione Statunitense sulla Libertà Religiosa Internazionale hanno criticato il rinnovo dell’accordo tra la Santa Sede e la Cina sulle nomine episcopali, sostenendo che incoraggia il Governo cinese a reprimere le comunità cristiane. L’accordo provvisorio riservato, firmato originariamente nel 2018 e rinnovato il 2 ottobre, consente a Pechino di avere voce in capitolo nella nomina dei vescovi cattolici. I funzionari cattolici sperano che l’accordo aiuterà a riconciliare la Chiesa approvata dal Governo con la comunità cattolica dissidente, nota come Chiesa sotterranea, guidata da sacerdoti la cui fedeltà storica a Roma ha fatto ora guadagnare loro, ironicamente, sanzioni da parte del Vaticano. La scorsa settimana, alcuni membri della commissione indipendente, bipartisan e federale degli Stati Uniti, incaricati di riferire al Congresso e al Governo sullo stato della libertà religiosa in tutto il mondo, si sono espressi contro l’accordo, dicendo che ha solo peggiorato la situazione dei cristiani in Cina. Stephen Schneck, uno dei membri della commissione, afferma che i rapporti mostrano come le condizioni dei cattolici in Cina siano peggiorate in modo significativo nei quattro anni trascorsi dalla firma dell’accordo. “Così peggiorate, di fatto, che pensiamo che l’accordo non abbia più senso”, ha riferito al Religion News Service. Sostenitore delle posizioni di Papa Francesco a livello di difesa della giustizia sociale, l’ex decano della Catholic University of America ha confessato di essere particolarmente preoccupato per la situazione del cardinale Joseph Zen. Il porporato 90enne ex vescovo di Hong Kong è stato arrestato dalle autorità cinesi a maggio insieme ad altre cinque persone per un errore burocratico nella gestione di un fondo umanitario considerato un pericolo per la sicurezza nazionale cinese. Il suo arresto e il processo a cui è stato sottoposto sono un segno dell’inasprimento del regime cinese nonostante i contatti con Roma. La diplomazia statunitense è sempre stata molto esplicita sulla questione del riavvicinamento tra Santa Sede e Cina, soprattutto durante la presidenza Trump. Qualche settimana prima delle elezioni presidenziali del 2020, l’allora guida della diplomazia Mike Pompeo si è recato a Roma e ha cercato di esercitare pressioni per evitare un primo rinnovo dell’accordo del 2018, ma Papa Francesco ha rifiutato di riceverlo, adducendo la vicinanza delle elezioni.

Religion News Service, inglese.

2Una mostra su Antoni Gaudí, il grande architetto della Sagrada Familia

Una nuova mostra a Madrid illustra la vita e l’opera del grande architetto catalano Antoni Gaudí, famoso soprattutto per la basilica della Sagrada Familia a Barcellona. L’esibizione dà ai visitatori “un’idea di quanto fosse innovativo e in qualche misura umanista, cristiano e perfino tradizionale il linguaggio architettonico di Gaudí”, si legge su Alfa y Omega, sito di notizie cattolico spagnolo dell’arcidiocesi di Madrid. Nella mostra si possono ammirare più di 150 opere e materiali dell’architetto, tra cui disegni, progetti e modelli. Nato nel 1852 e morto nel 1926, “Gaudí ha vissuto al culmine della modernità”, cosa che si riflette nella sua architettura innovativa. Questo non gli ha comunque impedito di riflettere “qualcosa della tradizione medievale” nel suo lavoro, buona parte del quale commissionato da ricchi imprenditori, simili ai “patroni del Rinascimento fiorentino”. Un’intera sezione della mostra è dedicata alla Sagrada Familia, comprende i progetti e gli schizzi di Gaudì e mostra come questo luogo di adorazione fosse inteso come “uno spazio di riconciliazione e incontro” e “un centro per la diffusione dei valori familiari cristiani”. Per via della morte prematura dell’architetto, la basilica è rimasta incompiuta, ma l’articolo sostiene che sia la chiesa europea più visitata dopo la basilica di San Pietro. “È ancora un simbolo dei nostri tempi, in cui l’armonia e la fratellanza sono più che necessarie: sono essenziali. […] Più di un secolo dopo, il mondo ha urgente bisogno di quella pace che solo Cristo può donare”, conclude l’articolo.

Alfa y Omega, spagnolo.

3L’ex vescovo anglicano Michael Nazir-Ali riflette sulla sua conversione al cattolicesimo

L’ex vescovo anglicano Michael Nazir-Ali, di origine pakistana, racconta il percorso che lo ha portato a diventare sacerdote cattolico nel 2021 come membro dell’ordinariato personale di Nostra Signora di Walsingham, istituito da Benedetto XVI nel 2011.

El Debate, spagnolo.

4Il cardinale Schönborn considera il dialogo interreligioso una priorità per la pace mondiale

L’arcivescovo di Vienna, che sarà in Bahrein durante la visita di Papa Francesco e figurerà tra i 200 partecipanti al Forum per il Dialogo, ritiene il dialogo interreligioso uno strumento indispensabile per la pace.

The Tablet, inglese.

5Il vice-presidente dell’episcopato tedesco apre alla depenalizzazione della cannabis

Il vescovo Franz-Josef Bode di Osnabrück sostiene una limitata depenalizzazione della cannabis. Durante una conferenza organizzata nella sua diocesi sul tema, gli esperti hanno sollevato l’idea del trattamento paritario di alcool e cannabis.

Katholisch.de, tedesco.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
cattolici in cinarassegna stampa internazionale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni