Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Le scioccanti immagini del Gesù iperrealista della Sindone

The Mistery Man

Artisplendore - The Mystery Man

José Antonio Méndez - pubblicato il 19/10/22

Aleteia assiste all'inaugurazione mondiale di “The Mystery Man”, l'esposizione che per la prima volta ricostruisce in modo iperrealista l'uomo della Sindone. Il risultato è del tutto fedele alle scoperte scientifiche, e colpisce profondamente

Solo poche donne e Giuseppe di Arimatea hanno visto al sepolcro il corpo torturato di Gesù, morto sulla croce.Solo quattro o cinque persone nella Storia hanno contemplato nitidamente ogni ferita provocata dalle spine e dal flagello romano – ogni osso rotto, ogni piaga brutalmente lacerata, ogni poro della pelle, ogni capello sporco di sudore e di sangue, ogni contusione di un torso poi coperto con un telo di lino bianco. Solo quattro o cinque persone… finora.

Diciamo “finora” perché è proprio questo, contemplare il corpo di Gesù “trafitto per i nostri delitti”, come aveva profetizzato Isaia, che permette l’esposizione internazionale The Mystery Man, inaugurata giovedì nella cattedrale spagnola di Salamanca. Nei prossimi anni la mostra si sposterà nei cinque continenti e sarà presente in occasione di eventi come laGiornata Mondiale della Gioventù di Lisbona 2023 o il Giubileo di Roma nel 2025.

La scienza parla

I dati scientifici, storici e archeologici che compongono l’esposizione sono tanto rigorosi quanto affascinanti.

Ad esempio, come ha spiegato ad Aleteia il responsabile dell’esposizione, Álvaro Santos, il calcolo atomico che certifica che il corpo umanocoperto con la Sindone “è scomparso” in 0,4 millesimi di secondo, ma lasciando impresse sul velo “tutte le informazioni (sangue, forma, macchie, DNA…)” attraverso “una radiazione inspiegabile che la mantiene inalterabile”. C’è poi il documentato percorso storico-geografico che ha sperimentato il telo, che è “l’origine del modo in cui Gesù è stato rappresentato nel corso della Storia”.

È tuttavia la “figura iperrealista” che viene mostrata alla fine del percorso di The Mystery Man (1,79 m di altezza, 75 kg di peso, capelli umani reali e una lega di latex e silicone) che trasforma la visita in un’esperienza unica, più spirituale che culturale.

Una figura in cui si possono apprezzare, a una distanza di pochi centimetri, dettagli finora nascosti all’occhio umano, e che ha suscitato nel vescovo di Salamanca, monsignor José Luis Retana, “una profonda commozione, e tanta voglia di pregare di fronte al mistero di un amore tale offerto da nostro Signore”, come ha confessato il presule ad Aleteia.

Il curatore della mostra, Ángel Blanco, afferma che l’opera ha richiesto 15 anni di ricerche sulla Sindone di Torino, e che collocando The Mystery Man sul piano dell’esposizione ha avuto la certezza di “stare davanti all’immagine che tutti abbiamo di Gesù di Nazaret”.

Blanco ha aggiunto che la scultura evidenzia “una tortura più dura di quella che la pittura ha sempre riproposto, con una morte atroce provocata non solo dalla crocifissione, ma anche dalla flagellazione ad opera di due persone a 60 centimetri dal suo corpo”. I dati di vari studiconfermano che l’uomo della Sindone ha ricevuto 150 colpi, che hanno provocato 250 ferite distribuite su tutto il corpo.

Per ottenere le misure della statua, gli artisti che hanno lavorato alla scultura si sono basati sui punti di sanguinamento dei piedi, delle gambe e delle ginocchia, e in questo modo “il corpo di Gesù è stato ricostruito antropologicamente, facendo dei test con volumi tridimensionali”, afferma il sito della diocesi di Salamanca.

All’inaugurazione della mostra, il vescovo Retana ha affermato che attraverso questa scultura i nostri occhi “contempleranno i segni fisici della Passione del Signore e dell’amore di Dio, che si è fatto carne in Gesù Cristo e che è morto come un malfattore e come sacrificioper la nostra salvezza”.

Per ulteriori informazioni, www.themysteryman.com.

Tags:
mostrasacra sindone
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni