Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 02 Dicembre |
Santa Blanca de Castilla
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

“Ho sentito il cuore scoppiare”. Così Don Giussani l’ha portata verso Dio

shutterstock_1958232697.jpg

fizkes I Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 18/10/22

L'incontro con il Signore in questa storia di conversione di una giovane di Comunione e Liberazione

Quando don Luigi Giussani e Comunione e Liberazione ti cambiano la vita: Hassina ha raccontato la sua storia di conversione e fede a Papa Francesco durante l’incontro in piazza San Pietro con i ciellini, Il Papa li ha incontrati il 15 ottobre 2022, in occasione dei cent’anni dalla nascita del fondatore di CL.  

Quello di Hassina è stato un incontro “a sua insaputa” con don Giussani: da quel momento “casuale” si è accesa nel suo cuore la potente fiamma di Dio. 

Don Luigi Giussani
Don Giussani (Desio, 15 ottobre 1922 – Milano, 22 febbraio 2005).

La prima volta a Portofranco

Tutto è iniziato quando la donna marocchina è andata «la prima volta a Portofranco, Centro di aiuto allo studio gratuito per gli studenti ideato da Comunione e Liberazione ˗ nato a Milano e diffuso ora in 40 città in tutta Italia. Avevo 15 anni e avevo bisogno di essere aiutata in inglese«.

La foto di Giovanni Paolo II

«La prima cosa che mi ha colpito – dice Hassina – è stato fare il colloquio da sola, dire chi fossi a degli estranei. Però mi aveva messo pace vedere appesa la foto di Giovanni Paolo II che baciava un vecchietto. Mi ero pure detta: “Che brave queste persone che hanno una foto del Papa che bacia in testa un anziano!”. Quest’immagine mi aveva rilassato, perché ero affezionata al Papa che era stato in Marocco, Paese di origine della mia mamma, ed era una persona che per me rappresentava la pace».

La vacanza che cambia la vita di Hassina 

Dopo il colloquio Hassina a iniziato a frequentare Portofranco «e in breve tempo ci passavo tutti i pomeriggi». Un giorno poi è stata invitata ad una vacanza in montagna. Quella è stata la svolta della sua vita. 

«In quella vacanza, per la prima volta nella mia vita ho capito di non essere stata abbandonata, nonostante mio padre ci avesse lasciati quando avevo 7 anni.Dopo una gita don Giorgio Pontiggia, che guidava la vacanza, ci ha chiesto: «Com’è stata la gita», e noi: »Bella!”; e lui: «Perché è stata bella?». Nessuno sapeva rispondere. Ad un certo punto, don Giorgio ha detto: «Neanche se vi uniste tutti insieme, riuscireste a fare un solo sassolino di quella montagna, nemmeno un fiorellino che nasce dalla roccia… l’unico che può farlo è DIO». 

Pope-Francis-audience-with-members-of-the-Communion-and-Liberation-movement-Antoine-Mekary-ALETEIA
Il Papa ha incontrato i membri di Comunione e Liberazione in piazza san Pietro, in occasione del centenario della nascita del fondatore don Luigi Giussani.

“Ma allora esiste veramente?”

Grazie a Comunione e Liberazione, Hassina incontra il Signore.

Quando ha detto «DIO» in quel modo, ho pensato: «Ma allora esiste veramente?». In quel momento ho sentito il cuore scoppiare, e ho detto «Dio» con tutta me stessa. Mi sembrava logico fosse Lui. Come se quello che aspettavo nella mia vita esistesse, sembrava così paterno e così presente! Non qualcuno di cui avere paura, che giudica il mio male e i miei limiti, ma Uno che per me ha fatto pure un fiore che nasce dalla roccia.

“Dio ti abbracciare la tua storia”

Quel giorno di giugno 2009 fu un giorno di conversione: «Da allora è iniziato un percorso per conoscere Dio, cioè il Padre, e per conoscere me. All’università mi sono iscritta a Lingue e Relazioni internazionali. Mi sono laureata in inglese e arabo. Inglese che era proprio la materia per cui ero andata a Portofranco; l’arabo non lo parlavo nonostante fossi araba. Come mi disse un amico, è proprio vero che “quando incontri Dio lui ti fa abbracciare la tua storia”».

Il “vecchietto” don Giussani

Hassina, poi, ha scoperto che «quel vecchietto che Giovanni Paolo II baciava sulla fronte era don Giussani. Il suo carisma mi ha accompagnata e mi sta accompagnando nel cammino della vita. Un dono grande; anche se non l’ho mai incontrato in persona, è stato strumento di Dio nella mia vita perché mi sta permettendo di fiorire!». 

Tags:
comunione e liberazioneconversionefede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni