Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 09 Dicembre |
San Juan Diego Cuauhtlatoatzin
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Ha fatto bene la Chiesa a sospendere il prete pro omosessuali e aborto?

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
prete pro omosessuali

Arianna Porcelli Safonov | Facebook

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 04/10/22

Don Giulio Mignani, parroco di Bonassola in provincia di La Spezia, si è sempre giustificato dicendo che la Chiesa rischia la marginalità su certi temi

Non ha mai nascosto il suo sostegno alle adozioni per le coppie omosessuali, all’aborto e all’eutanasia, sostenendo il referendum: Don Giulio Mignani, prete ligure, è lontano da quelle che sono le idee della Chiesa su questi temi, e non potrà più dire messa. E’ stato “sospeso “a divinis” dal ministero”.

Il messaggio in chat

A Bonassola, il paese di mare e villeggiatura alle porte delle Cinque Terre dove vive e celebra da anni, i suoi parrocchiani l’hanno scoperto con un messaggio via chat. Alcuni di loro sono pronti ad inscenare una protesta domenica 9 ottobre nel piazzale della Chiesa del paese, esprimendo solidarietà al loro sacerdote (La Stampa, 3 ottobre).

Il decreto penale della Diocesi della Spezia, vergato dal vescovo monsignor Luigi Ernesto Palletti, è stato notificato il 3 ottobre. Don Giulio Mignani “nel corso degli anni – si legge nella notifica – più volte ha rilasciato esternazioni pubbliche, apparse anche su vari quotidiani e interviste televisive, nelle quali ha ripetutamente sostenuto posizioni non conformi all’insegnamento della Chiesa”.

Nonostante il precetto penale con il quale era stato richiamato, don Giulio ha proseguito intervenendo su temi come matrimoni e adozioni per coppie omosessuali, eutanasia e aborto (Ansa, 3 ottobre 2022).

PALLIATIVE-CARE-SOINS-PALLIATIFS-EUTHANASIE-AFP-069_Bsip_013374_075.jpg
La Chiesa è schierata a favore della tutela della vita, sostiene le cure palliative per il fine vita e non l’eutanasia.

“Il tenore sereno e consapevole”

Nel decreto, si evidenzia che “il tenore sereno e consapevole con il quale sono state rilasciate” le interviste “porta ad escludere la presenza di fattori che possano avere influenzato la capacitando libera espressione del chierico. Lui stesso ha riconosciuto sue le affermazioni” (AdnKronos, 3 ottobre).

Don Giulio non fa retromarcia

“Potrei ritornare sui miei passi, probabilmente la sospensione cadrebbe – rivendica nel giorno più difficile don Giulio Mignani – Ma sinceramente non so se sarei mai in grado, io le cose che dico e che ho fatto le considero troppo importanti per avvicinare la Chiesa alle persone, non posso far finita di non pensarle”.

COUPLE-GAY-shutterstock_789065464.jpg
La Chiesa non hai mai sostenuto le coppie gay, ma l’unione tra uomo e donna come unica possibile nel disegno di Dio: un’unione fatta d’amore e come frutto di esso, è la sola capace di generare una nuova vita, cioè di procreare. Allo stesso modo non approva adozioni di figli da parte delle coppie omosessuali.

“Chiesa sempre meno credibile”

“Le posizioni che ho assunto non hanno mai voluto essere offensive né polemiche nei confronti della Chiesa – ha spiegato don Giulio Mignani -. Ciò che mi ha sempre mosso è la preoccupazione che la Chiesa possa essere considerata sempre più marginale e sempre meno credibile nella società contemporanea”.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
abortoomosessualiprete
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni