Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 28 Novembre |
Santa Caterina Labouré
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Vi piacerebbe essere santi? Ci avete mai pensato?

CANDLE-BOUGIE-PRAY-CHURCH-APL.jpg

APL

Claudio De Castro - pubblicato il 29/09/22

Come trovare il proposito della vostra vita, la vostra vocazione, la vostra unione a Dio?

“Non puoi essere santo a metà. Devi essere un santo completo” – Santa Teresina di Lisieux

Una volta ve l’ho raccontato… Spesso i lettori di Aleteia mi scrivono. Mi emoziono quando condividono con me le loro avventure con Dio e mi raccontano come si sforzano di seguire le Sue vie e di compiere la Sua santa volontà. 

A volte mi hanno chiesto come trovare il proposito della loro vita, la vocazione a cui sono chiamati.

È una domanda affascinante, è come se Dio parlasse loro e li chiamasse a scoprirlo. Ma per questo devono sforzarsi, dare valore a quella ricerca personale.

Dio ha seminato nella loro anima un anelito, un desiderio molto intimo di incontrarlo, e di fare la Sua volontà, che è perfetta.

In realtà è molto semplice. Quando si inizia a leggere la Bibbia, come sto facendo io, si scoprono meraviglie che sono sempre state lì a nostra disposizione. Ecco perché spesso raccomando ai nostri lettori di Aleteia di leggere la loro Bibbia.

All’improvviso si scopre che la chiamata tende ad concentrarsi in queste parole: “Siate santi”.

La cosa più importante nella vita e 3 elementi per raggiungerla

Una volta ho ricevuto un’e-mail che mi ha colpito: “Accetto in tutto la Sua santa volontà”. Mi ha fatto riflettere su quello che ho fatto della mia vita, sulle cose che desidero, su quello su cui ho concentrato i miei sforzi, e ho concluso: “Quanto sbagli… Vuoi fare tutto, tranne quello che Dio ti ha chiesto”.

“Siate santi, perché io sono Santo”.

Levitico 11

In questo momento, non c’è forse niente di più importante che fare e accettare sempre la santa volontà di Dio, che è perfetta e ci porta sulla strada della santità.

Potevo essere santo con così tante debolezze umane? Ho trovato la risposta nella santa Bibbia e nei libri di crescita spirituale che stavo leggendo, soprattutto in un testo ispiratore sulla vita dei grandi santi: “Se sei umile, puoi”.

La chiave sta nell’umiltà, nella preghiera fervorosa e nell’amore.

La Bibbia offre risposte

Da bambino sognavo di diventare santo, ma non uno di quei santi che tutti vedono e ammirano, quanto un santo silenzioso, che solo Dio e io conosciamo. La vita, che colpisce in modo duro, mi ha però complicato le cose.

Avevo abbandonato in qualche angolo del cammino la cosa più importante, la mia ricerca di quella santità, per essere gradito a Dio.

Sono tornato sui miei passi per cercare i sogni dell’infanzia, l’agognata santità, che ti permette di essere grato a Dio in tutti i tuoi atti e pensieri.

Cerchi Dio? Vuoi fare la sua volontà? Apri la tua Bibbia, cerca Isaia 65, 1 e leggi:

“Mi sono fatto trovare da coloro che non chiedevano di me e mi sono fatto trovare da coloro che non mi cercavano. Ho detto: «Eccomi»”.

Ciò che ostacola e ciò che aiuta a raggiungere la santità

Ora, a questa età, cerco di sforzarmi, anche se ho due ancore che mi impediscono di volare come vorrei, l’orgoglio e la ricerca di ciò che è temporale delle cose materiali.

È curioso perché sono entrambe cose passeggere, che non si portano con sé in ogni parte del mondo.

Usate bene la vostra vita facendo opere buone, meritevoli, con amore.

Oggi, seduto davanti al mio computer, mi rendo conto che la vita è un sospiro e non dobbiamo perderla in banalità. Ci aspetta un’eternità.

Sarete voi a decidere con le vostre azioni e l’amore dispensato quale vi toccherà: una meravigliosa eternità in Paradiso con Dio o una triste eternità che soffre all’inferno.

Ieri, durante la Messa delle 18.00 nella chiesa di Guadalupe di Panama City, ho sentito il parroco, padre Manuel Anselmo, dire durante l’omelia qualcosa che mi ha colpito.

Era una preghiera molto breve, una giaculatoria di quelle che riempiono il cuore e si possono ripetere in ogni momento e luogo. Ha raccanto la sua storia e come l’ha conosciuta. L’ha ripetuta un paio di volte e mi è rimasta impressa. Vorrei condividerla con voi. È bellissima:

“Salva la mia anima, Signore”.

Tags:
animasalvezzasantità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni