Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 06 Ottobre |
San Bruno
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Perché Padre Pio riteneva la sofferenza una benedizione di Dio?

PADRE PIO, SAN PIO,

GoneWithTheWind | Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 15/09/22

Padre Pio diceva che non bisogna lamentarsi di prove e tentazioni per un motivo molto speciale

Padre Pio ha sperimentato molta sofferenza nella sua vita, a livello sia fisico che psicologico. Ha ricevuto le stigmate sul suo corpo, ed è stato isolato dal mondo per molti anni.

Il cappuccino accettava ogni sofferenza che riceveva come se venisse direttamente da Dio, e considerava ogni difficoltà non una maledizione, ma una benedizione.

Nel libro Padre Pio: The True Story (Padre Pio: La Vera Storia), C. Bernard Ruffin riferisce i pensieri del frate sul legame tra la sofferenza e la croce di Gesù Cristo:

“Padre Pio sottolinea che la sofferenza è un segno della grazia di Dio, e il cristiano, anziché lamentarsi di prove e tentazioni, deve ‘seguire il Divin Maestro fino alla ripida collina del Calvario, portando la nostra croce, e quando riterrà opportuno metterci sulla croce, confinandoci su un letto di malattia, ringraziamolo e riteniamoci fortunati per essere onorati in questo modo, consapevoli del fatto che stare sulla croce con Gesù è infinitamente più perfetto che limitarsi a contemplarlo sulla croce stessa’”.

Da questo punto di vista, la sofferenza non è una maledizione che distrugge la nostra felicità.

Padre Pio non ha rifuggito la sofferenza nella sua vita, abbracciandola e affrontandola come modo unico per stare con Gesù sulla croce.

La prossima volta in cui affronteremo qualche tipo di sofferenza nella nostra vita, allora, dobbiamo ispirarci a Padre Pio e ringraziare Dio per tutto ciò che viviamo.

(FOTOGALLERY) 10 consigli di Padre Pio a chi sta soffrendo

Tags:
benedizionepadre piosofferenza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni