Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Furto sacrilego: ritrovata integra la corona della Madonna Assunta

corona rubata madonna cassino

Regina Assunta Cassino | Facebook

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 14/09/22

L'episodio turbava da giorni la comunità di Cassino, poiché è stato il primo di una serie di furti in chiesa

E’ stata ritrovata integra la corona della Madonna dell’Assunta di Cassino: era a casa di una donna che è stata denunciata. La corona era stata rubata lo scorso l’8 settembre, giorno dedicato all’Assunta, dalla chiesa madre di Cassino. Subito erano partite le indagini della Polizia (Teleuniverso.it).

Spariti anche crocifisso e cuscino

A chiedere l’intervento degli agenti sono stati i due parroci, don Benedetto Minchella e don Francesco Vennitti, insospettiti dall’atteggiamento della donna. Nei giorni scorsi dalla chiesa erano spariti il crocifisso di Santa Rita e il cuscino di Sant’Anna. Tutti gli oggetti rubati sono stati trovati in casa della donna. Che ora è in stato di fermo come disposto dal magistrato Emanuele De Franco della procura di Cassino.

Comunità sconvolta 

La corona della Madonna dell’Assunta di Cassino non aveva grande valore economico. Ma il furto sacrilego aveva molto turbato la comunità dei fedeli, provocando sconcerto e dolore. Adesso potrà essere rimessa sul capo di Maria (Avvenire).

La dinamica del furto

Al momento del furto sacrilego, l’ingresso della chiesa era tranquillamente aperto per permettere, durante la giornata, ai fedeli di entrare e di rivolgere alla Vergine le proprie preghiere. È probabile che al momento del furto non ci fosse nessuno: chi ha agito ha utilizzato un’asta di legno che si trovava lì vicino per fare leva tra il capo della Madonna e la corona e riuscire a trafugare il simbolo regale. Nelle manovre è stata anche leggermente danneggiata la stessa statua ma, per fortuna, in maniera lieve.

L’appello del parroco

Il parroco, la sera stessa, aveva rivolto un appello durante la funzione religiosa per risalire agli autori del furto della corona della Madonna: «Preghiamo e speriamo che colui che ha compiuto questo spiacevole gesto si ravveda e la restituisca per amore di Maria e dei fedeli a lei devoti» (Ciociaria Oggi). Alla fine sono state le forze dell’ordine ad esaudire il “desiderio” del parroco.

Tags:
coronafurtomadonna
Top 10
See More