Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 06 Ottobre |
San Bruno
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Preoccupazione per la salute di Elisabetta II: tutto il mondo prega per lei 

BRITAIN-ROYALS-QUEEN-AFP-000_32HX8JC.jpg

DANIEL LEAL / AFP

I britannici si sono raccolti ai cancelli di Buckingham Palace, nel pomeriggio dell'8 settembre 2022

Agnès Pinard Legry - pubblicato il 08/09/22 - aggiornato il 08/09/22

I medici della regina Elisabetta II hanno comunicato la loro preoccupazione circa lo stato di salute dell’anziana sovrana, che si trova attualmente nella residenza scozzese di Balmoral.

Il Regno Unito si stringe nell’inquietudine, questo giovedì 8 settembre. I medici della regina Elisabetta II, attualmente nella residenza scozzese di Balmoral, si sono dichiarati “preoccupati” dal suo stato di salute e «hanno raccomandato che sia posta sotto sorveglianza medica» – dichiarano da Buckingham Palace. Il principe Carlo e la moglie Camilla si sono recati da stamane al capezzale della regina, così come pure gli altri tre figli, nonché il principe William, e anche Harry e Meghan, di passaggio a Londra. 

Justin Welby, arcivescovo di Canterbury e primate della Chiesa d’Inghilterra (il capo è la Regina stessa) ha anch’egli condiviso sui social network le proprie inquietudini. Ha notificato le proprie preghiere per Elisabetta II. Ha scritto in un tweet: 

Le mie preghiere, e le preghiere di tutti i fedeli della Chiesa d’Inghilterra e della nazione intera sono con Sua Maestà la Regina, oggi. 

La presenza di Dio conforti e sostenga Sua Maestà, la sua famiglia e quanti a Balmoral se ne stanno prendendo cura. 

«Il Paese intero sarà molto preoccupato dalle notizie giunte da Buckingham Palace a mezzogiorno», ha twittato Liz Truss, fresca di nomina a premier britannica. «I miei pensieri e quelli di tutti gli abitanti del Regno Unito vanno a Sua Maestà la Regina e alla sua famiglia». L’ex Primo Ministro Tony Blair si è pure dichiarato «estremamente preoccupato» dallo stato di salute della regina: «I miei pensieri e le mie preghiere accompagnano Sua Maestà la Regina e la sua famiglia in questo momento di preoccupazione». 

Altri internauti, personalità note o ignote, hanno condiviso le loro preghiere e preoccupazioni su Twitter. Tra questi Franklin Graham (presidente di una fondazione evangelica che conta 2,2 milioni di iscritti): 

Buckingham Palace ha rilasciato una dichiarazione che notifica come Sua Maestà la Regina Elisabetta II sia sotto sorveglianza medica a causa di preoccupazioni per la sua salute. Unitevi a me nel pregare per lei, oggi. Pregate anche per la sapienza e l’ispirazione del suo team medico. 

L’amatissima monarca britannica, dalla longevità record e dall’immensa popolarità, aveva festeggiato a giugno i suoi 70 anni di regno. Un giubileo di platino per il quale papa Francesco le aveva mandato un telegramma, assicurando alla sovrana le proprie preghiere perché Dio accordasse a lei, nonché alla sua famiglia e al suo popolo, «benedizioni di unità, di prosperità e di pace». Effettivamente, come sovrana del Regno Unito, Elisabetta II è stata anche capo supremo della Chiesa d’Inghilterra. Di fatto si tratta di una mera titolarità, poiché il primate della Chiesa d’Inghilterra – separata dalla Cattolica dal 1534 – è l’arcivescovo di Canterbury, attualmente Justin Welby. 

La salute di Elisabetta II era declinata rapidamente dopo una notte in ospedale, quasi un anno fa, per ragioni mai precisate. È apparsa sempre meno in pubblico, lasciando trapelare generiche informazioni su episodici problemi di mobilità, e ha delegato via via sempre più funzioni ai suoi eredi diretti, Charles e William.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
chiesa anglicanainghilterrareginaregina elisabetta iiregno unito
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni