Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 05 Ottobre |
Santa Faustina Kowalska
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Lo sai che sei beato proprio per quello che ti manca?

CANDLELIGHT PROCESSION AND ROSARY

JEFFREY BRUNO

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 06/09/22

Viviamo in una cultura dove si demonizza la debolezza e si fomenta la forza. Il Vangelo di oggi ci propone una logica contraria: benedire ciò che ci manca, e stare attenti a ciò che pensiamo di avere. 

Vangelo di mercoledì 7 settembre 2022

Alzati gli occhi verso i suoi discepoli, Gesù diceva:
«Beati voi poveri,
perché vostro è il regno di Dio.
Beati voi che ora avete fame,
perché sarete saziati.
Beati voi che ora piangete,
perché riderete.
Beati voi quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e v’insulteranno e respingeranno il vostro nome come scellerato, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nei cieli. Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i profeti.
Ma guai a voi, ricchi,
perché avete già la vostra consolazione.
Guai a voi che ora siete sazi,
perché avrete fame.
Guai a voi che ora ridete,
perché sarete afflitti e piangerete.
Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi.
Allo stesso modo infatti facevano i loro padri con i falsi profeti.

(Luca 6,20-26)

Beati voi poveri…, beati voi che avete fame…, beati voi che piangete. Guai a voi ricchi…, guai a voi sazi…, guai a voi che ora ridete.

Il Vangelo di oggi ci rivela una verità che non dobbiamo mai dimenticare: si è beati per ciò che ci manca, e si è nei guai per ciò che si ha.

Detto così è poco comprensibile, ma se lo portiamo esistenzialmente nella nostra vita ci accorgiamo della verità di questa affermazione.

Infatti quando sperimentiamo una mancanza il nostro atteggiamento è completamente umile, spalancato verso l’esterno, ricettivo. Siamo come quegli uccellini che tengono il becco spalancato in attesa che la madre dia loro da mangiare.

La relazione è sempre apertura, e tutte le volte che sperimentiamo una mancanza essa ci spinge ad aprirci per accogliere ciò che non abbiamo. Mentre quando siamo sazi tutta la nostra attenzione è su noi stessi, sul nostro io.

Siamo come quei bambini che quando hanno ottenuto il giocattolo che desideravano si chiudono al mondo intorno a loro per concentrarsi solo sul loro gioco.

L’autoreferenzialità è un guaio che il mondo contemporaneo vende invece come un affare. Infatti viviamo in una cultura dove si demonizza la debolezza e si fomenta la forza.

Viviamo in un mondo che ci dice che è sbagliato aprirsi e si è liberi solo quando non si ha bisogno di nessuno. Il Vangelo ci propone una logica contraria:benedire ciò che ci manca, e stare attenti a ciò che pensiamo di avere. 

#dalvangelodioggi

Tags:
beatitudinidalvangelodioggidon luigi maria epicocovangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni