Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 06 Ottobre |
San Bruno
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

India: 2 neonate sepolte vive perché femmine. Una è morta, l’altra è grave

INDIA, NEONATA, SORRISO

S B Stock | Shutterstock

Annalisa Teggi - pubblicato il 09/08/22

Una buttata in un pozzo, l'altra sepolta sotto terra. Due storie accadute lo stesso giorno nel Gujarat. In entrambi i casi, è stata la presenza di un contadino a chiamare i soccorsi, ma una non si è salvata.

All’inizio le informazioni mi sembravano discordanti, perché non avrei mai immaginato si trattasse di due fatti quasi identici e terribili, capitati nello stesso giorno. In India, nel Gujarat, rispettivamente nel distretto Sabarkantha e in quello del Dahod (circa 200km di distanza) i genitori di due bambine appena nate hanno tentato di ucciderle, seppellendole vive.

Oltre alla tragedia, anche il soccorso accomuna queste due storie: in entrambi i casi, due contadini alle prese con le loro mansioni quotidiane hanno soccorso le neonate. Purtroppo una è morta in ospedale, l’altra è grave ma resiste.

In un pozzo …

Una neonata gettata in un pozzo asciutto è stata trovata viva nel villaggio di Bhe, distretto del Dahod lo scorso giovedì. In base alle informazioni della polizia, la bimba è stata soccorsa dopo che il contadino Jokhla Hathila ha udito un flebile pianto. E’ stata portata immediatamente all’ospedale di Zydus per essere curata.

Il pozzo si trovava vicino alla casa del signor Hathila e quando è uscito per occuparsi degli animali e dei campi ha udito il pianto. Ha capito che il suono proveniva dal pozzo e lì è rimasto scioccato nello scoprire che c’era una neonata. Gli altri abitanti del villaggio lo hanno aiutato a tirar fuori la piccola usando un cesto e una corda.

Da Times of India
ORPHANS, INDIA

La bimba pesava appena un chilo e aveva ancora il cordone ombelicale attaccato. Purtroppo è morta il giorno dopo in ospedale.

… e sotto terra

Nello stesso giorno anche un’altra neonata è stata trovata con il cordone ombelicale ancora attaccato e ha attraversato lo stesso inferno, uscendone viva. I dottori che adesso l’hanno in cura stimano che sia nata prematura e sepolta quando aveva appena 3 ore di vita.

E’ stata sepolta in campo tra le 4 e le 5 di mattina. Questa storia terribile sarebbe rimasta altrettanto sepolta se Jitendrasinh Dhabi, che l’ha ritrovata, non si fosse recato nel suo campo di prima mattina nel villaggio di Gambhoi, nel distretto di Sabarkantha. Recandosi nel campo il signor Dhabi ha notato qualcosa muoversi sotto la terra umida.

Data la stagione delle piogge, temeva che si trattasse di qualche animale o di un serpente velenoso e quindi non ha osato avvicinarsi. Mentre era indeciso sul da farsi, ha sentito che da quel punto del campo proveniva un pianto di bimbo e a quel punto ha preso la decisione coraggiosa di avvicinarsi.

Ibid.

Scavando a mani nude, il contadino ha preso tra le braccia una bimba ancora miracolosamente viva, portata subito in ospedale.

Quante storie simili e ignote?

In entrambi i casi la polizia ha condotto indagini risolutive. Nel caso della seconda neonata, quella sepolta nel campo, si è arrivati all’arresto dei genitori. I sospetti degli inquirenti vanno nella direzione di altri casi simili, che si trattasse cioè di figlie non volute perché femmine.

GIRL

I genitori arrestati hanno dichiarato di averla voluta sopprimere, perché non avevano i mezzi di sostentamento necessari. Il padre aveva perso il lavoro e la bambina, nata prematura, avrebbe avuto bisogno di cure troppo costose.

Nel caso della neonata buttata nel pozzo e morta la madre è ricoverata per infezioni in seguito al parto. Anche in questo caso, lei e il nonno sono i principali indagati per il decesso della bimba.

Negli ultimi 8 mesi nella stessa regione sono stati denunciati altri 8 casi di neonati abbandonati e morti, di cui la maggior parte erano femmine. E, purtroppo, usando come parole di ricerca in rete “neonata sepolta viva” si trovano casi numerosissimi in India negli ultimi anni. Le due storie recenti fanno sorgere una domanda inquietante: ma se nello stesso giorno, a 200km di distanza, sono state trovate due bambine, quante altre saranno morte nell’indifferenza generale?

Il pozzo e il campo

Mentre mi documentavo su queste due storie, solo per pura associazione, pensavo a quanto siano emblematici, come luoghi evangelici, il pozzo e il campo. Non c’è nesso logico tra i fatti del Gujarat e le immagini del Vangelo, ma mi sono chiesta perché il mio pensiero li abbia avvicinati. Al pozzo Gesù incontra la Samaritana, nel campo sono sotterrati i talenti.

L’uomo, lasciato solo a se stesso, sotterra … addirittura le sue figlie. L’acqua della vita è da cercare nel fondo di un pozzo, il talento va dissotterrato. Chi ci ha tolto dai tanti sepolcri che ci costruiamo da soli? Un Dio fatto Uomo che ci ha guardati per intero, brutture e storture comprese.

Alle nostre latitudini sopprimiamo e sotterriamo in modi più sofisticati, e apparentemente più pietosi. Ci sono luoghi sulla terra in cui l’omicidio dei piccoli ha ancora la forma più brutale possibile. Ma ovunque c’è bisogno di una missione urgente, integrale e coraggiosa sulla vita.

web3-father-son-field.jpg
Tags:
femminileindiamorteneonato
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni