Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 05 Ottobre |
Santa Faustina Kowalska
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Il Papa in Ucraina: ci siamo. Andrà prima del viaggio in Kazakhstan

Ukrainian-ambassador-to-the-Holy-See-Andrii-Yurash-meeting-with-Pope-Francis-AFP

HANDOUT / VATICAN MEDIA / AFP

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 08/08/22

Lo ha annunciato l’ambasciatore dell’Ucraina presso la Santa Sede dopo l’incontro con il pontefice. A breve sarà diffusa la data del viaggio

«Sono molto vicino all’Ucraina e voglio esprimere questa vicinanza con la mia visita all’Ucraina». sono le «importanti parole» di papa Francesco citate in un tweet dall’ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, Andrii Yurash, dopo l’incontro del 6 agosto con il Pontefice in Vaticano.

“L’Ucraina sarà felice di salutare il Papa”

«L’’Ucraina per molti anni e soprattutto dall’inizio della guerra ha aspettato il Papa e sarà felice di salutarlo prima del suo viaggio in Kazakhstan», garantisce Yurash (Ansa, 6 agosto).

I nodi da sciogliere 

L’udienza doveva servire a sciogliere i nodi ancora esistenti sulla visita del Papa in Ucraina, compreso il periodo, se in questo mese di agosto o in seguito. Sarà comunque Francesco a decidere la data. 

POPE-FRANCIS-AUDIENCE-Antoine-Mekary-ALETEIA
Ucraini in udienza dal Papa.

La probabile data 

Dopo il tweet, in una intervista al Tg1, è stato semprel’ambasciatore ucraino presso la Santa Sede Yurash a “lanciare” una data.  Il Papa potrebbe essere a Kiev, per la desiderata visita in Ucraina, prima di metà settembre, quando si recherà in Kazakhstan per un vertice di leader religiosi, e magari già in agosto. 

Perché prima del Kazakhstan e Kirill

«Siamo in attesa di un annuncio imminente della visita del papa in Ucraina», spiega, «è molto importante che il Santo Padre venga nel nostro paese prima dell’atteso viaggio in Kazakhstan, a metà settembre, affinché il Pontefice possa testimoniare personalmente davanti ai principali leader religiosi del mondo e, se ci sarà, al Patriarca di Mosca Kirill, cosa ha visto in ucraina e la drammatica situazione del nostro paese dopo l’invasione russa».

Patriarcha Cyryl
Kirill, Patriarca ortodosso di Mosca.

“Fine della guerra”

Alla domanda se il viaggio potrà aver luogo entro agosto, il diplomatico risponde: «Noi ce l’auguriamo. Questa non è una visita che ha solo un significato politico diplomatico, ma anche religioso spirituale. Sarà nostra cura garantire la sicurezza del Papa e dei fedeli ad ogni livello. Da parte nostra è tutto pronto per la visita. Se il Papa una mattina decide di venire nel nostro paese noi siamo pronti ad accoglierlo immediatamente. La visita del Papa in Ucraina sarà il segno più forte che si può mettere fine alla guerra» (Agi, 6 agosto).

Il messaggio di Gallagher

La visita apostolica in Ucraina del Papa era nell’aria. «Agli inizi di agosto vedrà l’ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, Andrii Yurash, e in quell’occasione avranno modo di definire qualcosa di certo. Potrebbe essere ad agosto una sua possibile visita, oppure anche più avanti, in settembre o ottobre. Dipende davvero da quello che stabilirà il Papa. Anche io sono in attesa di conoscere meglio le cose», ha affermato il ‘ministro degli Esteri’ vaticano, mons. Gallagher parlando con i giornalisti durante il recente tour del Pontefice in Canada. 

web-mons-paul-richard-gallagher-mfa-russia-cc.jpg
Mons. Gallagher.

La sicurezza

Il viaggio in Ucraina, ha sottolineato il prelato britannico, si farà sicuramente in treno, esattamente come hanno fatto anche altri leader europei, visto che in aereo vi sarebbero problemi insormontabili legati alla sicurezza. Il convoglio potrebbe partire dalla Polonia oppure dalla Romania e potrebbe ospitare a bordo anche un gruppo ristrettissimo di giornalisti, «immagino giornalisti vaticani e ucraini, ma non è stato deciso nulla», ha aggiunto Gallagher.

Tags:
papa francescoucrainaviaggio papale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni