Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 01 Dicembre |
San Charles de Foucauld
Aleteia logo
Approfondimenti
separateurCreated with Sketch.

Il manifesto di papa Francesco per «salvare la biodiversità» 

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
TURTLE

Shutterstock | Isabelle-Kuehn

i.Media per Aleteia - pubblicato il 21/07/22

Pubblicato il 21 luglio il Messaggio del Santo Padre per la Giornata Mondiale di Preghiera per la cura del creato, del 1º settembre 2022.

…pensare urgentemente anche a un ulteriore sostegno finanziario per la conservazione della biodiversità. 

Questo è l’appello di papa Francesco nel suo Messaggio in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la salvaguardia del Creato, che si celebrerà il 1º settembre 2022. In vista dei prossimi appuntamenti internazionali per l’ambiente, il papa esorta la comunità internazionale a «spirito di massima cooperazione» per «modificare gli stili di vita e i sistemi dannosi». 

Nel messaggio, reso pubblico il 21 luglio, il pontefice illustra le grida amare della Creazione, a cominciare da quello della “madre terra”, che «ci implora di fermare i nostri abusi». Menziona poi il grido dei poveri, dei popoli autoctoni e il grido degli adolescenti che «chiedono ansiosi a noi adulti di fare tutto il possibile per prevenire o almeno limitare il collasso degli ecosistemi del nostro pianeta». 

Papa Francesco evoca anche il grido delle creature, allorché «innumerevoli specie si stanno estinguendo, cessando per sempre i loro inni di lode a Dio». Perorando la loro causa, egli invita le nazioni ad adottare «un nuovo accordo multilaterale per fermare la distruzione degli ecosistemi e l’estinzione delle specie». 

Il capo della Chiesa cattolica offre quattro principî-chiave per questo accordo: 

  1. costruire una chiara base etica per la trasformazione di cui abbiamo bisogno al fine di salvare la biodiversità;
  2. lottare contro la perdita di biodiversità, sostenerne la conservazione e il recupero e soddisfare i bisogni delle persone in modo sostenibile;
  3. promuovere la solidarietà globale, alla luce del fatto che la biodiversità è un bene comune globale che richiede un impegno condiviso;
  4. mettere al centro le persone in situazioni di vulnerabilità, comprese quelle più colpite dalla perdita di biodiversità, come le popolazioni indigene, gli anziani e i giovani.

Piani climatici “più ambiziosi” 

Proseguendo nel suo messaggio, il 266º Papa chiede piani climatici “più ambiziosi” per giungere a conseguire l’obiettivo dell’Accordo di Parigi (2015) – limitare l’aumento della temperatura a 1,5°C. Per «“convertire” i modelli di consumo e di produzione» egli incoraggia la mobilitazione per i due grandi summit delle Nazioni Unite che verranno: la COP27 sul clima prevista per il novembre 2022 in Egitto e il summit della COP15 sulla biodiversità, che in dicembre si terrà in Canada, Paese nel quale il Pontefice si appresta a recarsi. 

Il Papa si rivolge anche alle grandi imprese di estrazione – mineraria, petrolifera, forestale, immobiliare e agroalimentare – supplicandole «in nome di Dio» di «smettere di distruggere i boschi, le aree umide e le montagne, di smettere d’inquinare i fiumi e i mari, di smettere d’intossicare i popoli e gli alimenti», come aveva già chiesto nel suo videomessaggio ai movimenti popolari nell’ottobre 2021. 

Per il resto, il Papa domanda alle nazioni economicamente più ricche, che più hanno inquinato nel corso degli ultimi due secoli, «di mantenere le loro promesse di sostegno finanziario e tecnico per le nazioni economicamente più povere»; e ai Paesi economicamente meno ricchi di non restare nell’“inazione”. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
bioeticaecologiaecologia integraleecologia umanasviluppo sostenibile
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni