Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 12 Agosto |
Santa Giovanna Francesca de Chantal
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Adorazione o venerazione? 6 motivi (biblici) per cui i cattolici venerano la Vergine Maria

HOLY SPIRIT

Pascal Deloche | Godong

Catholic Link - pubblicato il 06/07/22

di Ailín Fessler

Venerazione o adorazione? Spesso sentiamo dire che noi cattolici adoriamo la Vergine Maria. Alcuni non capiscono perché preghiamo di fronte alle immagini della Madonna o dei santi, quando «la Bibbia lo proibisce». In questo post cercheremo di chiarire tutti i dubbi perché si possa rispondere con basi bibliche la prossima volta che qualcuno ci interpellerà al riguardo.

Adorazione

L’adorazione, nota anche come “latria”, dev’essere resa unicamente a Dio perché Signore di tutto il creato, fonte di Bene, Sapienza e Misericordia infinite e nostro Salvatore. “Adorare Dio è riconoscere, nel rispetto e nella sottomissione assoluta, il « nulla della creatura », la quale non esiste che da Dio (…) è lodarlo, esaltarlo e umiliare se stessi, confessando con gratitudine che egli ha fatto grandi cose e che santo è il suo nome” (cfr. Lc 1, 46-49). “L’adorazione del Dio unico libera l’uomo dal ripiegamento su se stesso, dalla schiavitù del peccato e dall’idolatria del mondo” (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2097). In contrapposizione, l’idolatria consiste nel divinizzare tutto ciò che non è Dio.

Venerazione

Dall’altro lato, la venerazione destinata alla Vergine Maria, ai santi o ai beni materiali a loro appartenuti non ha come fine loro stessi, ma Dio. Come cattolici, veneriamo la Vergine Maria in quella nota come “iperdulia”, per via dell’eccellenza delle sue virtù rispetto agli altri santi.

E veneriamo anche i santi, con la “dulia”, riconoscendo che tutto quello che hanno ricevuto è un dono di Dio e che loro sono solo un riflesso delle perfezioni divine ottenute per i meriti di Cristo sulla Croce.

Noi cattolici, quindi, adoriamo unicamente Dio. Non adoriamo immagini o statue, ma veneriamo ciò che rappresentano e non loro in sé. Le madri non portano forse le fotografie dei figli nel portafogli? Non amano la foto, ma chi si trova in essa.

Allo stesso modo, noi cattolici amiamo la Vergine Maria indipendentemente dal fatto che sia o meno in un’immagine, perché Lei ci conduce a Dio. Per questo vi raccomando il corso online «Conocer a María para vivir con María», una bella opportunità per conoscerla meglio e lasciarci guidare da lei all’amore di Cristo.

Le interpretazioni bibliche

La Bibbia può essere interpretata fuori dal contesto o in modo incompleto. Ad esempio in Esodo 20, 4 si legge: «Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire».

Se proseguiamo la lettura, in Esodo 25, 18 troveremo che Dio dice a Mosè: «Farai due cherubini d’oro; li farai lavorati al martello, alle due estremità del propiziatorio». Altri esempi di questo tipo si ritrovano in Numeri 21, 8 e in 1 Cronache 28, 18-19, dove Dio ordina di costruire immagini come simboli di salvezza, ma non come salvezza in sé, visto che la nostra unica salvezza è in Cristo Gesù.

Chiarito questo, condividiamo sei motivi biblici per i quali i cattolici pregano e amano la Vergine Maria:

1. È nostra madre

Giovanni 19, 26-27: “«Gesù dunque, vedendo sua madre e presso di lei il discepolo che egli amava, disse a sua madre: «Donna, ecco tuo figlio!» Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!» E da quel momento, il discepolo la prese in casa sua»”.

Gesù ci lascia Maria come nostra madre. Giovanni è il modello di ogni discepolo, e ci insegna che chi accoglie Gesù deve accogliere anche Sua Madre.

È curioso che in Giovanni 21, 25 si legga che «vi sono ancora molte altre cose che Gesù ha fatte; se si scrivessero a una a una, penso che il mondo stesso non potrebbe contenere i libri che se ne scriverebbero». Ciò vuol dire che di tutte le cose importanti che Gesù ha fatto, Giovanni ha considerato questo fatto così rilevante da riportarlo.

2. È la madre di Gesù

Matteo 1, 16: «Giacobbe generò Giuseppe, il marito di Maria, dalla quale nacque Gesù, che è chiamato Cristo». Matteo 1, 18: «La nascita di Gesù Cristo avvenne in questo modo.
Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe e, prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta per opera dello Spirito Santo».

Grazie al suo grande “Sì” e alla sua totale fiducia nella volontà di Dio, abbiamo il nostro Salvatore Gesù Cristo, attraverso il Quale possiamo tutti arrivare al Padre.

3. È benedetta tra tutte le donne

Luca 1, 26-28: «Ti saluto, o favorita dalla grazia; il Signore è con te». Luca 1, 41-42: « Appena Elisabetta udì il saluto di Maria, il bambino le balzò nel grembo; ed Elisabetta fu piena di Spirito Santo, e ad alta voce esclamò: «Benedetta sei tu fra le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno!»

Se Dio stesso mediante l’angelo e lo Spirito Santo la chiama «benedetta», come possiamo non farlo anche noi? Un modo per dimostrarle il nostro amore e la nostra riconoscenza è pregare con le stesse parole dell’Ave Maria.

4. È beata di generazione in generazione

Come risposta al saluto di Elisabetta, Maria risponde: “Da ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata” (Luca 1, 48). Le tante devozioni mariane nel mondo sono la dimostrazione che si è verificato quanto aveva detto Maria.

5. Maria è mediatrice presso suo Figlio Gesù

Alle nozze di Cana, “venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino»” (Giovanni 2, 3). Questo semplice gesto ci dimostra che Maria è sempre attenta alle nostre necessità e intercede per noi presso Gesù.

Anche se la Bibbia dice che Gesù è l’unico mediatore tra Dio e gli uomini, non vuol dire che Maria non possa intercedere per noi o che non possiamo pregare gli uni per gli altri, come chiede il testo biblico in Giacomo 5, 16 o in 1 Timoteo 2, 1.

6. Maria ci conduce a Dio

Anche se Maria è la più eccelsa tra tutte le creature, una vera devozione mariana non deve fermarsi a Lei, ma guidarci a suo Figlio Gesù. Come nostra Madre, Maria vuole il massimo bene per noi, e per questo ci dice “Fate tutto quello che vi dirà” (Giovanni 2, 5).

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Tags:
adorazionevergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni