Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 06 Dicembre |
San Nicola di Bari (da Mira)
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Cos’ha detto il Vaticano II della creatività a Messa?

MASS

Cavee | Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 04/07/22

Papa Francesco ha lamentato la “creatività esasperata” a Messa, una questione che il Concilio Vaticano II ha affrontato nella Sacrosanctum Concilium


Nell’ultima lettera di Papa Francesco sulla liturgia, Desideravio Desideravi, il Pontefice ha lamentato l’introduzione di una “creatività esasperata” a Messa.

“L’ars celebrandi non può essere ridotta alla sola osservanza di un apparato rubricale e non può nemmeno essere pensata come una fantasiosa – a volte selvaggia – creatività senza regole”, osserva.

“Ecco un possibile elenco di atteggiamenti che, pur essendo tra loro opposti, caratterizzano la presidenza in modo certamente inadeguato: rigidità austera o creatività esasperata”.

Se molti sacerdoti e parrocchie negli ultimi 50 anni hanno sperimentato in vari modi con la liturgia, questa creatività non è mai stata intesa dal Concilio Vaticano II.

Le linee guida del Concilio per la creatività

La CostituzioneSacrosanctum Concilium afferma chiaramente: “Nessun altro, anche se sacerdote, osi, di sua iniziativa, aggiungere, togliere o mutare alcunché in materia liturgica”.

È vero che dopo il Vaticano II alcune parti della liturgia sono state oggetto di aggiustamenti, ma i cambiamenti sono stati realizzati con l’autorità dei vescovi, e hanno avuto luogo solo dopo un’accurata indagine.

Le “innovazioni”, inoltre, dovevano scaturire “organicamente” dal Messale precedente.

“Non si introducano innovazioni se non quando lo richieda una vera e accertata utilità della Chiesa, e con l’avvertenza che le nuove forme scaturiscano organicamente, in qualche maniera, da quelle già esistenti”.

Ciò vuol dire che la “creatività esasperata” dei sacerdoti locali e dei laici non è un frutto del Concilio.

Se Papa Francesco non vuole che la Chiesa cada in un formalismo “rigido”, non vuole nemmeno individui nella Chiesa che aggiungano o tolgano qualcosa alla Messa.

Il segreto è rimanere fedeli alla Chiesa, e – sia per i sacerdoti che per i laici – entrare in modo più approfondito nel mistero che viene presentato sull’altare.

Tags:
liturgiaMessapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni