Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 07 Dicembre |
Sant'Ambrogio
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Sacerdote autistico diffonde un libro per persone con disturbi dello spettro autistico e chi li ama

Fr Matthew P. Schneider, LC

Autistic Priest | Facebook | Fair Use

Sarah Robsdottir - pubblicato il 24/06/22

Il nuovo libro di preghiera di p. Matthew Schneider è il primo del suo genere

Il teologo morale e autore p. Matthew Schneider si è conquistato un certo seguito negli ultimi anni sui social media, e ha scritto su un’ampia serie di argomenti. Per ora, però, è noto soprattutto per il modo in cui ha affrontato la sua neurodiversità e per il modo in cui aiuta gli altri a fare lo stesso.

Di recente, p. Schneider ha stretto una partnership conPauline Books and Media per diffondere un libro di preghiera intitolato God Loves the Autistic Mind: For Those on the Spectrum and Those Who Love Us (Dio ama la Mente Autistica: Per le Persone con Disturbi dello Spettro e per Quanti ci Amano).

Ho parlato con p. Schneider di questo progetto emozionante.

Cosa l’ha ispirata a scrivere questo libro?

Dopo che mi è stato diagnosticato l’autismo – quando ero sulla trentina, dopo il mio primo anno di ministero, quando gli altri sacerdoti hanno notato che non riuscivo mai a riconoscere le emozioni sul volto dei bambini – ho iniziato a leggere contributi sull’autismo. Ho letto un intero scaffale di libri sul tema. Dopo la prima serie, ho cercato di trovare libri sul ministero cristiano rivolto alle persone dello spettro autistico, nella fattispecie libri sulla preghiera autistica. Ho pensato che con tutte le informazioni sull’argomento qualcosa esistesse, ma sono rimasto decisamente deluso.

Poche persone avevano scritto guide accessibili per le chiese, e poche mamme avevano autopubblicato libri sulle preghiere che recitano per i loro figli autistici. Ho notato, però, che non c’era nulla per gli autistici stessi – niente che ci aiutasse a far leva sui nostri tratti distintivi per rafforzare la nostra vita di preghiera. In breve, ho sentito una spinta dello Spirito Santo e mi sono messo al lavoro, anche se l’ispirazione iniziale e la scrittura hanno dovuto attendere qualche anno.

Cosa rende il suo libro specifico per le persone autistiche? E anche quelle con la sindrome di Asperger beneficerebbero della sua lettura?

Nel decennio scorso, sono stati effettuati dei cambiamenti nel modo in cui i medici diagnosticano l’autismo. Sì, una persona con la sindrome di Asperger (una forma di neurodiversità ora inclusa nella diagnosi dei disturbi dello spettro autistico [ASD] e a cui ci si riferisce come a un ASD senza limitazioni intellettive o linguistiche) beneficerebbe di questo libro.

Quanto al modo in cui il testo è specifico per gli autistici, la struttura globale della preghiera autistica è simile alla preghiera neurotipica, solo con qualche variazione nei dettagli. Ad esempio, gli autistici spesso non riescono a stare seduti tranquilli; tendiamo a giocherellare con le mani o ad andare avanti e indietro in un processo chiamato stimming. Parlo di come questo comportamento, spesso considerato una battuta d’arresto, possa essere un’opportunità, e di come lo stimming possa essere in realtà un grande aiuto nella preghiera piuttosto che un ostacolo.

Oltre a questo, gli autistici spesso si rapportono alla Sacra Scrittura in modo atipico. Possiamo visualizzare una scena biblica concentrandoci più sui dettagli che sul panorama generale. Parlo di come questo sia un attributo importante da abbracciare, che può portare a una comprensione unica del testo.

View this post on Instagram

A post shared by Fr Matthew P. Schneider LC (@frmatthewlc)

Quali sono gli spunti che spera che i lettori traggano del suo libro?

Quando preghiamo, siamo aperti a Dio nelle nostre abilità e disabilità. Se l’autismo comporta sicuramente degli aspetti invalidanti, offre anche dei vantaggi speciali, e anche quegli aspetti invalidanti, se indirizzati propriamente, possono essere trampolini di lancio per la crescita spirituale.

Verso l’inizio del mio processo di ricerca, ho intervistato circa due dozzine di cristiani autistici per riunire un’ampia varietà di esempi di abitudini spirituali e meditative che hanno rafforzato la loro vita di preghiera. Il risultato è stata una serie di prove che ha mostrato che gli autistici sanno pregare. Può non sembrare una gran cosa, ma ci sono molte voci che sembrano suggerire il contrario.

Ci sono santi o eroi cattolici a cui fa riferimento, in particolare riguardo allo spettro autistico?

Nel libro menziono alcuni santi con tratti autistici. Storicamente, gli psicologi non hanno diagnosticato la questione nello stesso modo in cui lo fanno ora, e quindi mi concentro sui tratti. San Tommaso d’Aquino, ad esempio, sembra essere stato molto particolare per alcuni versi; è stato notato che riusciva a concentrarsi talmente su interessi specifici da perdere la nozione di quello che lo circondava (classico tratto autistico). La serva di Dio Léonie Martin, sorella di Santa Teresa di Lisieux, era molto ingenua e spesso faceva capricci su questioni sensoriali come un bambino. San Thorlák era noto per il fatto di prendere le parole alla lettera, e tendeva a rapportarsi non con i suoi coetanei, ma con le persone più piccole (un altro tratto autistico tipico).

Al figlio adolescente di un amico è stato diagnosticato di recente l’autismo, e la notizia è stata difficile per loro da gestire. Ha qualche parola di saggezza o conforto da offrire loro, come anche alle famiglie in situazioni simili?

Coraggio, perché Dio ama la mente autistica! Se vivere nello spettro dell’autismo comporta sfide uniche, Dio vi darà molte grazie per affrontare il cammino che avete davanti, soprattutto se vi dedicate alla preghiera. Dio parla alla mente autistica in modo speciale. Prego che questo libro vi aiuti ad ascoltare la Sua voce.

* * * 

God Loves the Autistic Mind: For Those on the Spectrum and Those Who Love Us (224 pagine) è disponibile in edizione cartacea e Kindle su Pauline Books e Amazon.com. Per rimanere in contatto con p. Schneider, seguitelo sul suo sito web e su Twitter

Tags:
autismolibropreghierasacerdote
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni