Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 07 Luglio |
Santa Maria Goretti
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Il Papa: con l’Eucarestia Gesù ci sazia, dei beni necessari e di senso di vita

Pope Francis during the Regina Coeli praye

Antoine Mekary | ALETEIA

Vatican News - pubblicato il 19/06/22

All’Angelus nella solennità del Corpus Domini Francesco ribadisce che Cristo con il suo corpo "non ci dà solo l’aiuto per andare avanti" ma si fa nostro compagno di viaggio entrando nelle vicende e nelle solitudini di ogni persona, ridando direzione ed entusiasmo all'esistenza

Mai confinare l’Eucarestia in una dimensione lontana dalla quotidianità. Papa Francesco dalla finestra su Piazza San Pietro di fronte a numerosi fedeli venuti ad ascoltarlo per la preghiera mariana dell’Angelus ricorda che nell’Eucarestia il Signore è presente e ci chiama ad essere cittadini del cielo, ma tiene conto del cammino che dobbiamo affrontare in terra. “Se ho poco pane nella borsa – spiega – Lui lo sa e se ne preoccupa”. (Ascolta il servizio con la voce del Papa)

Talvolta c’è il rischio di confinare l’Eucaristia in una dimensione vaga, magari luminosa e profumata di incenso, ma lontana dalle strettoie del quotidiano. In realtà, il Signore prende a cuore tutti i nostri bisogni, a partire da quelli più elementari.

Mangiare e dare da mangiare

Nell’Eucarestia infatti ognuno può fare esperienza dell’amorosa e concreta attenzione del Signore. La moltiplicazione dei pani e gli altri segni con i quali Gesù prefigura l’Eucarestia, osserva il Vescovo di Roma, non avvengono in maniera spettacolare, ma quasi riservatamente: “il pane aumenta passando di mano in mano”.

La nostra adorazione eucaristica trova la sua verifica quando ci prendiamo cura del prossimo, come fa Gesù: attorno a noi c’è fame di cibo, ma anche di compagnia, di consolazione, di amicizia, di buonumore, di attenzione. C’è fame di essere evangelizzati. Questo troviamo nel Pane eucaristico: l’attenzione di Cristo alle nostre necessità, e l’invito a fare altrettanto verso chi ci è accanto. Bisogna mangiare e dare da mangiare.

Mangiare ed essere saziati

Chi riceve il Corpo e Sangue di Cristo, prosegue il Pontefice, non solo mangia, ma viene saziato. Abbiamo infatti bisogno di alimentarci, ma anche di sapere che il nutrimento ci venga dato per amore:

Nel Corpo e nel Sangue di Cristo troviamo la sua presenza, la sua vita donata per ognuno di noi. Non ci dà solo l’aiuto per andare avanti, ma ci dà sé stesso: si fa nostro compagno di viaggio, entra nelle nostre vicende, visita le nostre solitudini, ridando senso ed entusiasmo. Questo ci sazia, quando il Signore dà senso alla nostra vita, alle nostre oscurità, ai nostri dubbi, ma Lui vede il senso e questo sì, ci sazia, il senso che ci dà il Signore, questo ci dà quel “di più” che tutti cerchiamo: cioè la presenza del Signore! Perché al calore della sua presenza la nostra vita cambia: senza di Lui sarebbe davvero grigia.

Al termine della preghiera Francesco ha ricordato le beatificazioni celebrate ieri a Siviglia di 11 domenicani uccisi in odio alla fede durante la guerra civile spagnola del secolo scorso. Si è quindi soffermato sulle violenze in corso in Myanmar facendo appello alla comunità internazionale perchè la dignità umana e il diritto alla vita siano rispettati. Il pensiero è andato anche all’ormai prossimo Incontro Mondiale delle Famiglie che si svolgerà a Roma a partire da mercoledì prossimo. Costante il pensiero al martoriato popolo ucraino. Il Pontefice ha invitato ciascuno a chiedersi: “Cosa faccio io per il popolo ucraino? Prego? Mi do da fare? Cerco di capire?”

L’originale su Vatican News

Tags:
angeluscorpus dominipapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni