Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 06 Luglio |
Sant'Antonio Maria Zaccaria
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Ricorda: il giudizio uccide le persone

GIUDIZIO, GIUDICARE,

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 19/06/22

Il Vangelo di oggi ci ricorda una verità che spesso dimentichiamo: il giudizio uccide le persone, le paralizza in una condanna, le costringe a non rialzarsi.

Vangelo di lunedì 20 maggio 2022

Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. Perché osservi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell’occhio tuo c’è la trave? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.

(Matteo 7,1-5)

Il Vangelo di Matteo di oggi ci ricorda una verità che sovente dimentichiamo: il giudizio uccide le persone, le paralizza in una condanna, le riduce a una cattiveria riduttiva della realtà, le costringe a non rialzarsi.

A nessuno piace sentirsi giudicati ma è la cosa che facciamo più spesso nella vita. Se c’è una cosa su cui dobbiamo lavorare con più veemenza e impegno è proprio smettere di giudicare gli altri.

E questo ha una doppia ricaduta nella nostra vita: liberare gli altri ma anche guarire noi stessi. Infatti molte volte dietro i nostri spietati giudizi sugli altri si nascondono spietati giudizi che segretamente coviamo nei confronti di noi stessi e che denunciamo negli altri perché non abbiamo il coraggio di dirlo a noi stessi.

Ma giudicare per condannare è sempre sbagliato sia quando ha a che fare con gli altri sia quando ha a che fare con noi stessi. Ma se veramente abbiamo a cuore il cambiamento del mondo allora dobbiamo ricordarci bene da dove cominciare a cambiarlo:

Come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell’occhio tuo c’è la trave? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.

Ecco quale deve essere il nostro impegno: togliere da noi ciò che ostacola la vita, la gioia, la felicità, il passaggio della luce. Condannare non è mai una guarigione ma solo una constatazione sterile che non conduce da nessuna parte.

Impegnarsi a cambiare invece è ciò che si avvicina di più al concetto di conversione di cui parla il Vangelo e che a dire il vero non poggia tanto sulla nostra iniziativa ma su quel suggerimento che lo Spirito dà a ciascuno di noi dicendoci la verità senza mai farcela percepire come una condanna. 

#dalvangelodioggi

Tags:
dalvangelodioggidon luigi maria epicocogiudicaregiudiziovangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni