Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 07 Luglio |
Santa Maria Goretti
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Christophe, il pizzaiolo francese diventato prete 

ordination-Rebeccai-e1655129071510.jpeg

Padre Christophe Rébéccaï.

Valentine Leroy - pubblicato il 14/06/22

Campione di Francia in pizza acrobatica, Christophe Rébéccaï è stato ordinato prete da mons. Macaire nella cattedrale di Saint Louis di Fort-de-France, in Martinique, il 6 giugno 2022. A 35 anni, l’uomo ritiene di aver trovato la vera gioia. Lo abbiamo incontrato.

Tal grembiule alla casula, talvolta il passo è veramente brevissimo. Già pizzaiolo, Christophe Rébéccaï ha scelto di diventare prete. Ordinato il 6 giugno 2022 nella cattedrale di Fort-de-France (Martinique) da mons. Macaire, questo giovane rende testimonianza della «gioia di aver trovato la vera ricchezza». 

Consacrato campione di pizza acrobatica nel 2008, era la fierezza di suo padre, che l’aveva destinato a rilevare l’impresa famigliare nel campo della pizza. Christophe sentiva però una chiamata più profonda: 

È avvenuto nel momento in cui mi sono impegnato di più nella mia carriera, quando cominciavano ad arrivare i riconoscimenti da fuori: lì sono stato attratto di più da Dio. A 22 anni sentivo sempre più il bisogno di andare a raccogliermi. Ho sentito una chiamata e mi sono detto che, quanto più desideravo seguire il Signore, tanto più l’avrei dovuto scegliere in pienezza. 

Nato in una famiglia cattolica praticante, padre Rébéccaï si ricorda in particolare della preghiera in famiglia: 

La sera avevamo i nostri rituali e pregavamo insieme, qualunque cosa capitasse. Rivolgerci a Dio come a nostro Padre mi ha molto influenzato. 

Il prete confida che quell’esperienza gli ha dato un cuore aperto all’azione di Dio nella sua vita: 

La preghiera famigliare mi ha permesso di prendermi subito del tempo per considerare il da farsi, senza attendere vent’anni per rendermene conto. 

Christophe ha trovato poi nella propria famiglia un esempio cui deve grande ispirazione, quello del fratello maggiore Samuel, diventato prete anch’egli. Si ricorda di un giorno in cui il fratello gli aveva proposto di pregare il rosario con lui. A partire da quel momento, ha cominciato ad andare a messa tutti i giorni. Fianco a fianco nella cerimonia di ordinazione, i due fratelli sono ormai uniti da un vincolo di fraternità che oltrepassa quelli del sangue. 

La Chiesa, un tesoro per trovare Dio 

Guidato dalla ricerca della vera gioia, ad abitare il discernimento di Christophe Rébéccaï è stato un testo dell’Antico Testamento che annuncia il messaggio di Cristo: 

Per questo pregai e mi fu elargita la prudenza,
implorai e venne in me lo spirito di sapienza.
La preferii a scettri e a troni,
stimai un nulla la ricchezza al suo confronto,
non la paragonai neppure a una gemma inestimabile,
perché tutto l’oro al suo confronto è come un po’ di sabbia
e come fango sarà valutato di fronte a lei l’argento.
L’ho amata più della salute e della bellezza,
ho preferito avere lei piuttosto che la luce,
perché lo splendore che viene da lei non tramonta.
Insieme a lei mi sono venuti tutti i beni;
nelle sue mani è una ricchezza incalcolabile.

Sap 7,7-11

«È il riassunto della mia vita», commenta. 

Per il giovane prete, che presto sarà insediato nella parrocchia di Sainte-Marie de Fort-en-France, questa incalcolabile ricchezza di cui parla l’agiografo non può essere data che nella e per la Chiesa. Benché il volto della Chiesa sia per certi versi difficile da amare, egli ama ricordare questa frase di Padre Pio che vive nel quotidiano: «La Chiesa non ha bisogno di me, sono io che ho bisogno della Chiesa». 

Per la Chiesa, effettivamente, ogni persona diventa una ricchezza incalcolabile – commenta padre Rébéccaï –: basta essere nella Chiesa per trovare Cristo, per trovare l’unità e la fecondità, perché essa è la testimone della Buona Novella e la diffonde nel mondo. Certamente deve agire differentemente, a seconda delle epoche, perché le mentalità sono differenti, ma l’essenza resta la stessa. 

Tags:
franciaordinazione sacerdotalepretestoriavocazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni