Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 07 Luglio |
Santa Maria Goretti
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Dire: “Cristo sì, ma la Chiesa no” significa non aver capito Gesù

MESSA, CHIESA, FEDELI

Christin Lola | Shutterstock

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 07/06/22

Gesù è venuto a compiere la Legge, non a trasgredirla. E' venuto a mostrare una verità che toglie il rigorismo e abbraccia tutto, senza buttare nulla.

Vangelo di mercoledì 8 giugno

Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli.

(Matteo 5,17-19)

C’è un fraintendimento che accompagna buona parte della vita pubblica di Gesù: è la sensazione che egli sia un contestatore della Legge, una sorta di eretico che pericolosamente metteva in pericolo il popolo e la tradizione. Nella pagina del Vangelo di oggi Gesù spiega una volta per tutte il suo vero ruolo:

Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento.

Ciò che Gesù contesta non è assolutamente la Legge che Dio dà a Mosè o la tradizione lunga secoli di cui è fatto il popolo di Israele. Ciò che Lui contesta è l’interpretazione di quella Legge e l’uso rigido della tradizione. Ecco perché non è nell’abolizione ma nel compimento che ritroviamo l’insegnamento di Cristo.

Nel mondo d’oggi anche noi potremmo cadere nella tentazione di pensare che una vera fede cristiana non ha bisogno di teologia, di morale, di liturgia, di istituzioni, ma la verità è che tutte queste cose possono trasformarsi certamente in esperienze che invece di favorire l’incontro con Cristo lo impediscono, ma non è nella loro abolizione la soluzione ma nel loro giusto uso e compimento. Dire “Cristo sì e Chiesa no”, significa non aver capito Gesù.

Dire “Amore sì ma senza regole” significa non aver capito l’amore. Dire “relazione con Dio sì ma senza nessuna liturgia” significa confondere il fai da te con la verità delle cose. Bisogna sempre molto diffidare da chi per dirci una cosa nuova rottama il vecchio, solitamente quando la verità è vera restituisce al vecchio la sua vera luce e non ha bisogno di buttare via nulla.

#dalvangelodioggi

Tags:
dalvangelodioggigesù cristoleggetradizione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni