Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 06 Luglio |
Santa Maria Goretti
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

La roccia che si è divisa in due dopo la morte di Cristo (FOTO)

MONTAGNA SPACCATA

Shutterstock | Sviluppo

Maria Paola Daud - pubblicato il 03/06/22

A Gaeta si trova una roccia che secondo la leggenda si è spezzata in due nel momento in cui Cristo è morto

“E Gesù, emesso un alto grido, spirò. Ed ecco il velo del tempio si squarciò in due da cima a fondo, la terra si scosse, le rocce si spezzarono” (Mt 27, 50-51).

La fenditura ha lasciato un ingresso alle chiare acque del golfo, formando grotte e ruscelli sotterranei.

Il recesso naturale è diventato in passato un nascondiglio ideale per i pirati, e attualmente un’agognata meta turistica.

E non è l’unica leggenda…

La Grotta del Turco

Si dice che un giorno giunse in quei luoghi un marinaio turco che non credeva assolutamente che la montagna si fosse spezzata quando era morto Gesù. Appoggiò la mano sulla roccia, e questa miracolosamente si ammmorbidì, lasciando il segno della sua impronta.

Oggi si può vedere l’impronta lasciata dal marinaio con un’iscrizione in latino che recita: “Un incredulo ha rifiutato di credere a ciò che riferisce la tradizione. Questa roccia ammorbiditasi al tocco delle sue dita lo prova”.

shutterstock_1219607908.jpg

Sotto la Mano del Turco si trova il “letto di San Filippo Neri”, un piccolo letto di pietra su cui il santo riposava quando si recava lì a pregare.

  • 1
  • 2
Tags:
gesùmontagna
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni