Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 10 Agosto |
San Lorenzo
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

I cattolici no-vax e la guerra al Concilio Vaticano II

communion-mask-mass-tatjana-splichal.jpg

TATJANA SPLICHAL | DRUŽINA

Lucandrea Massaro - pubblicato il 01/06/22

Una lettera di Mons. Cirulli su "Vita Pastorale" apre uno squarcio sullo scisma di fatto che rischia di danneggiare l'unità della Chiesa, opera di anticonciliaristi che odiano Papa Francesco

Sul numero di Giugno di “Vita Pastorale“, il mensile dedicato alla Chiesa italiana delle edizioni San Paolo, è apparsa una lettera firmata da monsignor Giacomo Cirulli, vescovo delle diocesi di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo che racconta – tra il meravigliato e il preoccupato – la sua esperienza di pastore durante la fase più dura della pandemia di Covid-19, quando ha dovuto prendere delle decisioni nette, ancorché di assoluto buon senso, circa la distribuzione dell’Eucarestia da parte di sacerdoti e laici preposti a questo scopo, proibendone che a darla fossero persone non vaccinate. Apriti Cielo racconta monsignor Cirulli, insulti e minacce da parte di rumorose minoranze venute alla luce su questa discriminante, il vaccino, ma che in realtà, denuncia il presule, non è che la cima dell’iceberg di una serie di contorsioni teologiche di gruppi tradizionalisti contrari al Vaticano II e visceralmente nemici – sì nemici – di Papa Francesco. Vi suona nuovo? Ahinoi no, da tempo cerchiamo di smontare le stesse castronerie teologiche e il vero e proprio incitamento allo scisma da parte di queste piccole ma ben rumorose – e spesso remunerate – frange e vediamo anche noi di Aleteia tutte le accuse monsignor Cirulli elenca e verso cui mette in guardia l’episcopato italiano:

 i nostalgici del passato di potere temporale della Chiesa. Sono anti concilio Vaticano II e di tutto ciò che in campo teologico, liturgico, pastorale e morale da esso ha e ha avuto origine. Per questo sono fieramente e apertamente nemici – alcuni con cui ho avuto contatto lo odiano e non esagero – di papa Francesco, ritenuto governante abusivo, frutto di brogli di cardinali massoni che vogliono distruggere la Santa Chiesa. Quindi tutto quello che lui dice, scrive e stabilisce non viene da essi preso in considerazione se non per contestarlo, contrastarlo e mostrarne la malefica erroneità, dovuta alla sua malafede.

Sì, perché, non pochi di essi lo considerano l’Anticristo della fine dei tempi, quello profetizzato dalle Scritture. Come pensare diversamente, argomentano, di un Papa che concede la comunione ai divorziati risposati, attentando alla sacralità dell’indissolubilità del matrimonio? Per questo sono strenui difensori dei quattro cardinali che hanno prodotto il documento sui “dubia” riguardo all’Amoris laetitia. Questi cardinali sono i loro eroi. Per essi Francesco non può essere il vero Papa, lui che accoglie e invita ad accogliere e non giudicare gli appartenenti alle comunità Lgbt; vuole riempire le nostre nazioni occidentali di emigranti di ogni provenienza; se la intende con l’Islam e non prende posizioni chiare contro di esso, senza combatterlo, anzi dialogando e firmando insieme un documento per la fraternità universale; uno che pensa e agisce come un comunista; si vaccina e si fa vaccinare con vaccini ricavati da feti abortiti; è pacifista perché dice che nessuna guerra è giusta. Questi cattolici dividono i vescovi in bergogliani e non, disprezzando i primi, e ascoltando e leggendo come se fosse il vero Vangelo tutto ciò che viene dai secondi. Questi nostri fratelli e sorelle non ammettono nessun tipo di dialogo e confronto, ed essendo convinti di essere la “vera Chiesa di Gesù” si avvicinano solo per convincere delle loro posizioni, che naturalmente per essi sono la verità.

(Vita Pastorale, n° 6/2022, pag. 14-15)

Il tempo del Sinodo può essere un tempo di guarigione e di ascolto reciproco, è un auspicio anche del vescovo, ma è anche vero che è necessario per il pastore di vigilare sul suo gregge, senza paura di dire dei “no” verso chi – ostinatamente – vuole solo la divisione nella Chiesa.

Tags:
concilio vaticano iino vaxpapa francescoscismatradizionalisti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni