Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 02 Luglio |
Beato Antonio Rosmini
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

“Rimane aperta la possibilità che Papa Francesco vada a Kiev”

WEB3-PUTIN-POPE-FRANCIS-Zelensky.jpg

Shutterstock | Aleteia | Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 27/05/22

Si è espresso così il Segretario di Stato di Vaticano. Ma a delle condizioni precise

Non è una missione impossibile quella di vedere Papa Francesco a Kiev per tentare un’operazione di pace nel conflitto tra Russia e Ucraina. A dirlo è il Segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin, “numero due” del pontefice.

“Non è escluso in assoluto”

«Il Santo Padre ha detto nell’intervista al Corriere della Sera che non intende per il momento andare a Kiev, ma penso che rimanga una delle possibilità. Non è escluso in assoluto, dipende un pò dall’evolversi della situazione», ha sottolineato Parolin, rispondendo alle domande dei giornalisti, a margine di un evento a Roma per il 30° anniversario della Fondazione CEUR e la presentazione della nuova residenza Camplus San Pietro. 

«Se questo può servire per la pace, credo che il Papa sia disposto ad andare a Kiev», ha aggiunto il cardinale (Agensir, 25 maggio).

PAROLIN

“Aspettiamo la loro risposta”

In quell’intervista al Corriere, il Papa aveva anche aperto alla possibilità di andare a Mosca per dialogare con il presidente russo Vladimir Putin. 

Nei giorni scorsi, su questa opzione, il cardinale Parolin aveva spiegato «che a questo punto non ci siano altri passi da fare». «Si è offerta la disponibilità da parte del Santo Padre di andare a Mosca – aveva aggiunto il Segretario di Stato Vaticano – di incontrare personalmente il presidente Putin. Aspettiamo che siano loro che cosa vogliono, che cosa intendono fare. Più di così non credo che da parte del Santo Padre ci siano ulteriori passi da fare»

Russian-President-Vladimir-Putin-AFP

Il silenzio di Mosca

Una porta spalancata dunque sulla possibilità di intavolare un dialogo costruttivo che faccia tacere le armi che martellano da tre mesi l’Ucraina (Vatican News, 13 maggio). Ma da allora, sul fronte di Mosca, tutto tace, almeno ufficialmente. 

Tags:
cardinale pietro parolinpapa francescoucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni