Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 07 Agosto |
San Gaetano Thiene
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Smascherata la truffa di “Padre Antonio”, il falso prete di Napoli

shutterstock_1322529581.jpg

Krakenimages.com | Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 18/05/22 - aggiornato il 17/05/22

Davanti alle chiese chiedeva offerte per una associazione onlus. E’ stato fermato ad Ottaviano. In realtà è un pregiudicato

Il falso prete chiedeva offerte davanti alla chiesa, ma i carabinieri hanno assistito alla scena e si sono insospettiti. È accaduto il 15 maggio 2022, ad Ottaviano, in provincia di Napoli.

Un uomo passeggia in piazza, durante la messa domenicale, indossando un abito ecclesiastico, e si avvicina ai fedeli. Si presenta come Padre Antonio, sacerdote, si presta a selfie e tra le mani ha bigliettini di un’associazione «Centro sociale giovanile onlus», con il proprio nome e del sito dell’associazione. 

Il sospetto dei carabinieri

I carabinieri, che conoscono il sacerdote del posto, decidono di fare degli accertamenti. E così scoprono che l’uomo è un falso prete e quel sito riportato sui bigliettini non esiste. 

AQUILA CHURCH
AFP PHOTO / ROBERTO SALOMONE (Photo by ROBERTO SALOMONE / AFP)

La giustificazione di “Padre Antonio”

Eppure, “Padre Antonio”, raggiunto al telefono è incredulo: «Io sono un prete, sono stato ordinato in Francia il 7 giugno di 41 anni fa, lo dimostrerò. E mi prodigo per i bisognosi, i poveri. I bambini delle case famiglia». È un fiume in piena: «Insegno in una scuola, chiamate pure e vi diranno chi sono e cosa faccio». 

“Posso dimostrare…..”

“Padre Antonio”, 65 anni e napoletano, vuole parlare, ma anche consultarsi con i suoi avvocati. E dopo aver raccontato che «ho partecipato alla processione da diacono e posso dimostrare il mio impegno per l’associazione», si dilunga anche sulle sue vicissitudini familiari: «Sono stato abbandonato da piccolo da mio padre e mia madre neanche l’ho più vista. Mi stanno trattando come se fossi un pericoloso malavitoso. Mi hanno sequestrato anche le immagini sacre che avevo in auto» (Corriere del Mezzogiorno, 16 maggio).

Falso prete anche su Twitter

Classe ’56, pregiudicato per truffa, per associazione per delinquere e per furto, del falso prete si trovano tracce su Internet come scrittore e come sociologo religioso. Come fondatore dell’associazione “Centro sociale giovanile onlus”, con base nel Napoletano e conto corrente dedicato su cui raccogliere le offerte come filosofo e sociologo. 

Ma anche come prete: su Twitter, con ad una foto che lo ritrae insieme a un gruppo di ragazzini, pubblicava come “padre Antonio” e così firmava anche i post (FanPage, 16 maggio).

Tags:
finto preteoffertetruffa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni