Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Poter fare ciò che si vuole non è vera libertà

sasha-freemind-nXo2ZsKHTHg-unsplash.jpg

Sasha Freemind | Unsplash | CC0

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 08/05/22

Troppe volte nella vita pensiamo che la libertà consista nell’esercizio infinito del verbo "potere", ma la vera libertà è capire che il "potere" senza il bene può anche distruggerci.

Vangelo di lunedì 9 maggio 2022

«In verità, in verità vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore per la porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece entra per la porta, è il pastore delle pecore. Il guardiano gli apre e le pecore ascoltano la sua voce: egli chiama le sue pecore una per una e le conduce fuori. E quando ha condotto fuori tutte le sue pecore, cammina innanzi a loro, e le pecore lo seguono, perché conoscono la sua voce. Un estraneo invece non lo seguiranno, ma fuggiranno via da lui, perché non conoscono la voce degli estranei». Questa similitudine disse loro Gesù; ma essi non capirono che cosa significava ciò che diceva loro.
Allora Gesù disse loro di nuovo: «In verità, in verità vi dico: io sono la porta delle pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di me, sono ladri e briganti; ma le pecore non li hanno ascoltati. Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvo; entrerà e uscirà e troverà pascolo. Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza.

(Giovanni 10,1-10)

Il Vangelo di oggi mi fa tornare in mente un pensiero di San Paolo che provo a parafrasare in questo modo: “posso fare tutto, ma non tutto mi fa bene”.

Troppe volte nella vita pensiamo che la libertà consista nell’esercizio infinito del verbo “potere”, ma la vera libertà è capire che il “potere” senza il bene può anche distruggermi.

Ecco perché Gesù dice che si può entrare nel recinto delle pecore da molte parti, ma è lecito farlo solo dalla porta, e arriva ad affermare che in fondo è egli stesso quella porta

Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvo; entrerà e uscirà e troverà pascolo.

Entrare ed uscire è il movimento che fanno le pecore per stare al sicuro da una parte, e per trovare cibo dall’altra. Tutti nella vita cerchiamo un’appartenenza e uno slancio.

La felicità consiste nel sentirsi di qualcuno e proprio per questo nel trovare il coraggio di rischiare per qualcosa di grande.

Voler essere felici eludendo questa dinamica è ciò che molto spesso ci propina il mondo che ha bisogno della nostra infelicità per continuare a comandare su di noi.

Ecco perché perdere un’appartenenza, non sentirsi di nessuno, sapersi soli, ci scaraventa in una tremenda infelicità.

Ed è proprio in questo tipo di dinamica che smettiamo di avere il coraggio di essere liberi, di rischiare, di osare la vita.

Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza.

La relazione con Cristo è riconoscibile perché è liberante, e ogni volta che proviamo qualcosa di liberante nella vita stiamo sperimentando Cristo anche se non lo sappiamo.

Tutto il resto è da scartare, senza tentennamenti e sensi di colpa. 

#dalvangelodioggi

Tags:
dalvangelodioggidon luigi maria epicocolibertàvangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni