Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 22 Maggio |
Santa Rita da Cascia
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Da hostess a suora di clausura, il grande volo di Evelyn 

SOR EVELYN

declausura.org

Suor Evelyn di Gesù Bambino, monastero di San Domenico a Segovia (Spagna)

Matilde Latorre - Valentine Leroy - pubblicato il 06/05/22

Dopo aver girato il mondo nei cieli come hostess, Evelyn ha scelto di diventare religiosa. Originaria di Singapore, la giovane ha raccontato in un’intervista rilasciata alla Fundación DeClausura come ha lasciato tutto per entrare nel monastero di San Domenico a Segovia, in Spagna, dove nel 2022 ha preso i voti. Da Singapore alla Spagna, dall’aeroporto al chiostro, scoprite il racconto di questo viaggio eccezionale.

Suor Evelyn di Gesù Bambino ha pronunciato i suoi voti perpetui nel monastero di San Domenico a Segovia, in Spagna, quest’anno. Già hostess sugli aerei, nell’intervista rilasciata alla Fundación DeClausura ha raccontato come ha rinunciato a una vita frizzante scandita da numerosi viaggi per vivere in un chiostro e consacrarsi così a Dio. Secondo la giovane domenicana, questa vita di preghiera e appartata dalla società è vitale per il mondo, come il cuore – benché nascosto – lo è per la vita dell’essere umano. 

Lavorando sulle linee più importanti della sua compagnia, l’ex hostess scopriva ogni anno nuovi orizzonti. A dispetto delle sue scoperte, Evelyn sentiva una sete che solo una vita ritirata in un monastero poteva placare: 

Quando cominciamo a sentire che ci manca “qualcosa” perché tutto quello che abbiamo non ci basta, bisogna essere sinceri con sé stessi e sapere che cosa vogliamo veramente. 

Battezzata in una comunità ecclesiale protestante, Evelyn ha scoperto la Chiesa cattolica grazie a un amico: all’epoca non era molto religiosa, ma era comunque alla ricerca di Dio. Grazie ai suoi numerosi spostamenti professionali, si è recata regolarmente a Roma e ha scoperto la bella chiesa di Santa Maria sopra Minerva, dove è sepolta santa Caterina da Siena. La giovane donna cominciò allora a intessere una vera amicizia spirituale con la grande santa senese: era toccata dalla sua infaticabile ricerca della Verità, nonché dalla sua fedeltà a Dio. Fu un frate domenicano a farle scoprire il monastero di San Domenico a Segovia, in Spagna, dove nel 2018 ella volle pronunciare i suoi voti temporanei. Animata dal suo gusto per il viaggio, lasciò definitivamente Singapore, il suo Paese natale, per recarsi all’altro capo del mondo per realizzare la sua vocazione religiosa. Dopo trent’anni senza nuove vocazioni, il monastero di Segovia ha festeggiato con gioia l’arrivo di Evelyn, che quest’anno ha pronunciato i suoi voti perpetui. 

Il senso di una vita in clausura 

Dopo aver percorso il mondo, Evelyn ha scelto di vivere in clausura in un monastero domenicano. Questa forma di vocazione religiosa può apparire incompatibile con la prima missione dell’Ordine dei Domenicani, che è la predicazione, ovvero l’annuncio della Parola di Dio e l’insegnamento della teologia. Eppure suor Evelyn ha spiegato che la sua vita di preghiera e di fraternità con le suore è in sé una predicazione: 

Anche se molte persone non comprendono la nostra maniera di vivere, o magari neppure sanno della nostra esistenza, la vocazione della religiosa claustrale in un monastero è paragonabile a quel che nell’essere umano è il cuore: non lo vediamo, ma è vitale. La vita di una religiosa claustrale è altrettanto vitale per la Chiesa. 

La consacrata ricorda poi che ogni cristiano è chiamato alla vita contemplativa, anche se il quadro della vita monastica le è più favorevole. 

Preghiera e studio 

Per vivere in unione con Dio, Evelyn si è consacrata non soltanto alla preghiera, ma pure allo studio che nutre la contemplazione. Lo studio permette pure di superare gli ostacoli, i quali spesso promanano dall’ignoranza e intralciano il nostro progresso verso Dio. Si tratta quindi di illuminare la propria intelligenza nello Spirito Santo. 

Per illustrare il senso di questa vita di preghiera e di lavoro ai margini del mondo, che come hostess non aveva mai cessato di percorrere, suor Evelyn di Gesù Bambino ama paragonarsi a una sentinella che dice al mondo: «Dio esiste, Dio c’è. L’eternità c’è». Donarsi interamente a Cristo, infatti, per la suora domenicana, significa pure donarsi interamente all’umanità. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
clausuradomenicaniordine dei domenicanivocazionevocazione femminile
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni