Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 06 Ottobre |
San Bruno
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

“Tra il Papa e Putin non c’è accordo”

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
Papa Francesco e Putin

Antoine Mekary | ALETEIA KAY NIETFELD / DPA / DPA PICTURE-ALLIANCE VIA AFP

Papa Francesco e Putin

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 05/05/22

La breve nota del Governo di Mosca spegne per ora le speranze del Pontefice di un “faccia a faccia” col Presidente russo

Papa Francesco si è detto disposto a recarsi a Mosca per incontrare Vladimir Putin e discutere una via d’uscita pacifica alla guerra in Ucraina. Dopo un silenzio di due mesi, il 4 maggio il Governo russo ha risposto che non sarà possibile, o che per ora “non ci sono accordi su un incontro” tra Putin e il Papa.

Lo ha riferito ai giornalisti il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, riferisce l’agenzia russa TAS

“Queste iniziative si presentano sulla linea dei servizi diplomatici”, ha affermato il funzionario del Cremlino. “In questo caso, non ci sono stati accordi al riguardo e non sono state espresse iniziative concrete”.

Il Papa ha chiesto ai fedeli di tutto il mondo di recitare un Rosario per la pace tutti i giorni durante il mese mariano di maggio, e nell’udienza generale del 4 maggio ha ribadito l’appello alla pace in Europa e nel mondo. Nella basilica vaticana, nello stesso giorno si è svolto il primo Rosario per la pace.

Il Pontefice ha riservato le parole più incisive al suo incontro con il Primo Ministro giapponese, Fumio Kishida. Secondo il direttore della Sala Stampa vaticana, Matteo Bruni, “sono state affrontate tematiche di carattere internazionale, con un’attenzione particolare alla guerra in Ucraina, sottolineando l’urgenza del dialogo e della pace e auspicando, a questo fine, un mondo libero dalle armi nucleari”.

Quanto alle parole del Papa circa la sua volontà di recarsi a Mosca, l’ambasciatore russo presso la Santa Sede è stato più conciliante in alcune dichiarazioni riportate dal Corriere della Sera il 4 maggio.

Aleksandr Avdeev ha infatti affermato che “in qualsiasi situazione internazionale, il dialogo con il Papa è importante per Mosca. E il Pontefice è sempre un gradito, desiderato, interlocutore”.

Il 25 febbraio, il Papa aveva fatto visita all’ambasciatore nel suo ufficio per chiedere che venisse rispettata la vita dei civili e si fermasse la guerra. 

La Chiesa Ortodossa Russa critica le parole del Papa

Nel frattempo, la Chiesa Ortodossa Russa ha criticato le parole del Papa circa le sue conversazioni con il Patriarca Kirill. “Lamentiamo che un mese e mezzo dopo la sua conversazione con il Patriarca Kirill, Papa Francesco abbia scelto il tono sbagliato per informare del contenuto di quella conversazione”, recita un comunicato del dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne della Chiesa Ortodossa Russa e dell’agenzia Interfax del 4 maggio.

Dall’altro lato, per la prima volta la Commissione Europea ha proposto di sanzionare un’autorità religiosa, in particolare i membri della Chiesa Ortodossa Russa. L’idea fa parte del sesto pacchetto di misure di Bruxelles in risposta alla guerra in Ucraina. La Comissione Europea non ha gradito l’omelia del Patriarca Kirill in cui questi ha affermato: “Non vogliamo lottare contro nessuno. La Russia non ha mai attacccato nessuno. È sorprendente che un Paese grande e potente non abbia mai attaccato nessuno e abbia solo difeso le sue frontiere”.

Queste dichiarazioni seguono le benedizioni di Kirill alla guerra scatenata dal Presidente Putin, posizione che ha fatto saltare un incontro faccia a faccia tra il Patriarca e Papa Francesco dopo l’unico svoltosi finora, quello celebrato all’Avana nel 2016.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
papa francescoputinucraina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni