Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 02 Ottobre |
San Mosè
Aleteia logo
Approfondimenti
separateurCreated with Sketch.

Perché trionfano le teorie della cospirazione e negazioniste?

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
shutterstock_349474982.jpg

Valery Sidelnykov I Shutterstock

Miguel Pastorino - pubblicato il 05/05/22

Se il Covid non esiste, se Papa Francesco è massone, se la Terra è piatta e ci hanno ingannato, se forze oscure governano il mondo...

Mi arrivano spesso domande di persone che vogliono sapere se Papa Francesco è davvero massone, o se è vero che uno scienziato statunitense ha detto che il Covid non esiste, o ancora perché “c’è un video su Internet” che dice che “i vaccini vengono realizzati con embrioni umani abortiti” [è vero che per alcuni, nella fase di studio, sono state usate linee cellulari provenienti da aborti realizzati negli anni Settanta, e da ciò deriva la riserva della Chiesa, N.d.E.]. Non basterebbe una vita per rispondere allo tsunami di notizie false, soprattutto sul Covid, che saturano le nostre reti sociali.

Le teorie della cospirazione offrono spiegazioni semplicistiche e riduzioniste per comprendere fenomeni complessi che generano grande incertezza, angoscia e ansia nella popolazione, e per questo seducono molto in periodi di crisi.

È molto più facile se tutto fa parte di un piano, sia questo di Dio, della Madonna, degli Illuminati, della massoneria, del demonio, degli extraterrestri o di un gruppi di magnati che dominano la Terra nell’ombra. Se è così, tutto è più semplice da capire.

In una società in cui si promuovono la rapidità dell’informazione, la brevità e la maggiore semplicità, scompaiono le sfumature, i grigi in cui le cose non sono bianco o nero, positive o negative.

Saturazione di informazione

La complessità del mondo in cui viviamo, con le informazioni disponibili non solo indigeribili e inafferrabili, ma di cui non è neanche facile corroborare la veracità, predispone allo scetticismo per saturazione.

Questo, a sua volta, provoca la necessità di creare racconti semplici, in cui i mali hanno una sola causa e il nemico è perfettamente identificato e colpevole di tutto. La pigrizia nel pensare semplifica la realtà.

Il sospetto sulle proprie radici e tradizioni, sulla scienza e sulle istituzioni apre la porta a una grande ingenuità e credulità e a discorsi che semplificano i problemi, e non conta quale sia la fonte. Se qualcuno parla male delle voci “ufficiali”, si pensa, deve aver ragione.

Per completare il quadro, l’intelligenza artificiale attraverso le reti sociali ci mostra ciò che è più attraente e che si consuma di più, per cui le notizie false e le teorie della cospirazione sono più presenti delle indagini serie e della formazione critica che nasce dalla produzione accademica.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
fake newsmassoneriateoria del complotto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni