Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 28 Settembre |
San Venceslao
Aleteia logo
Perle dal Web
separateurCreated with Sketch.

Ipotesi digitali sui visi dei santi più grandi della storia 

saints-hidreley.png

Hidreley / Instagram I montage Aleteia

Santa Maria Maddalena, san Giuseppe e santa Giovanna d'Arco secondo Hidreley

Valentine Leroy - pubblicato il 05/05/22

L’artista brasiliano Hidreley ha immaginato il vero volto di alcuni santi con l’aiuto dell’intelligenza artificiale. Da san Pietro a Maria Maddalena passando per Giovanna d’Arco, la Vergine Maria e Gesù: scoprite questi ritratti… soprannaturali!

I santi non sono mai stati tanto accessibili, almeno quanto al loro aspetto esteriore. Il grafico brasiliano Hidreley Diao ha recentemente pubblicato sul suo account Instagram i volti di alcune grandi figure cattoliche come san Pietro, santa Giovanna d’Arco o Maria Maddalena, facendo leva su strumenti di intelligenza artificiale. E il risultato è stupefacente. 

Nel dettaglio, quel che l’artista fa è combinare insieme le potenzialità di Photoshop e e quelle di alcune app specializzate nella trasformazione dell’espressione facciale, come FaceApp, Gradiente e Remini. Con l’aiuto di questi strumenti egli è capace di identificare, con una database fatto da migliaia di volti umani, quello che possiede i tratti più prossimi a quelli di un dato personaggio. E così, come Hidreley ricorda nel suo magazineBored Panda, l’intelligenza artificiale permette di creare all’infinito e moltiplica le capacità artistiche dell’uomo. 

Santi dal volto contemporaneo 

Il risultato sorprende per il suo estremo realismo: i volti dei santi creati da Hidreley a partire da una pittura o da una statua hanno l’apparenza di persone reali, tanto più che l’artista li ha immaginati secondo i nostri canoni estetici contemporanei. 

Maria Maddalena ci sorprende per il suo fisico ispanico, ben lungi dalle rappresentazioni canoniche occidentali del Beato Angelico o di Caravaggio, ma anche da quelle di Rubens o del Veronese, dove spesso si trova la santa disciolta in lacrime, coi capelli sparsi sul dorso. Prendendo i tratti di una donna del mondo moderno, l’apostola degli apostoli, prima testimone della Risurrezione di Cristo, ci sembra più facile da imitare. 

View this post on Instagram

A post shared by Hidreley Diao (@hidreley)

È divertente anche vedere i tratti di una Giovanna d’Arco da cui sia stato scosso il polveroso immaginario medievale. 

Troviamo anche il volto sereno di san Pietro e la sua bella barba bianca. 

Vediamo anche il volto di Cristo realizzato a partire dalla Sindone. Il sudario di lino conservato nella cattedrale di San Giovanni Battista a Torino sarebbe servito ad avvolgere il corpo di un crocifisso, e da secoli viene considerato quello di Cristo. Vi si vedono, come impressi nel tessuto, il corpo e i lineamenti di un volto torturato, che sarebbero quelli di Gesù. 

In ultimo, san Giuseppe ci colpisce per il suo sguardo profondo e seducente. 

st-joseph.png
San Giuseppe secondo Hidreley

Un posto d’onore per i santi brasiliani 

L’artista brasiliano riserva attenzione particolare a figure conterranee: costruisce una riproduzione del volto di Cristo leggermente differente da quella precedente, e lo fa a partire dalla statua del Cristo Redentore che domina la città di Rio de Janeiro. 

Quanto al volto della Vergine Maria, si è ispirato alla statua di Nostra Signora di Aparecida. Santa patrona del Brasile, questa Vergine è tradizionalmente associata a una statua ritrovata per caso in mare da pescatori all’inizio dell’XVIII secolo. Installata in una piccola casa di pescatori, questa Vergine Nera è ritenuta aver funto da mediazione per molte grazie e guarigioni. 

Segno di particolare attaccamento dei Brasiliani per questa statua, celeberrima nel loro Paese, colpiscono tra i commenti al post dell’artista le frasi di molti utenti che, benché magari non cattolici, sottolineano la dolcezza e l’amore che si sprigionano dal volto creato dall’artista brasiliano. 

Hidreley aveva da principio conosciuto grande successo coi suoi personaggi di animazione Disney, ma ora le sue figure di santi attraggono anch’essi l’attenzione del pubblico sul suo account Instagram, che vanta più di 250mila follower. Un post che raccoglie le diverse creazioni di Hidreley sui santi raccoglie più di 14mila like. Le sue creazioni riscuotono ancora più popolarità grazie al canale YouTube Mystery Scoop, che anima alcune delle sue immagini. 

E il successo di molti grafici che smanettano con l’intelligenza artificiale non cessa di crescere, come testimonia l’entusiasmo suscitato dalla riproduzione in 3D del corpo di Gesù a partire dalla Sacra Sindone. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Tags:
arte contemporaneaarte cristianafotografiaintelligenza artificialesanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni