Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 07 Ottobre |
BVM “Regina delle vittorie”
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Papa Francesco e la Chiesa sinodale – Una Bibbia “malvagia” incoraggia l’adulterio – & altro…

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
ADULTERY,INFIDELITY,AFFAIR

Stocksy

i.Media per Aleteia - pubblicato il 03/05/22

Ogni giorno, Aleteia offre una selezione di articoli scritti dalla stampa internazionale sulla Chiesa e le questioni principali che preoccupano i cattolici nel mondo. Le opinioni e i punti di vista espressi in questi articoli non sono quelli degli editori.

Martedì, 3 maggio 2022 

1. Papa Francesco e la Chiesa sinodale

2. Se gli ambasciatori hanno lasciato Kiev, l’emissario del Papa è rimasto in città

3. Il medico del Papa gli impone dieci giorni di riposo totale e un’infiltrazione per il ginocchio destro

4. Suore cattoliche di colore: una storia a lungo trascurata

5. Scoperta in Nuova Zelanda una rara Bibbia “malvagia” che incoraggia l’adulterio

1. Papa Francesco e la Chiesa sinodale

La scorsa settimana si è svolto a Roma un incontro del comitato per il Sinodo sulla Sinodalità, che Papa Francesco ha convocato per il 2023. L’obiettivo era stabilire un percorso comune, parlare e iniziare a concretizzare il Sinodo, che dovrebbe dare un nuovo volto alla Chiesa, un volto sinodale. Nella Praedicate Evangelium, la nuova Costituzione che regola i compiti e le funzioni della Curia Romana, il Sinodo non è più definito Sinodo dei Vescovi, ma semplicemente Sinodo. Un incontro sinodale può quindi essere considerato più un’assemblea dei fedeli che un vero corpo di governo. Secondo il vaticanista Andrea Gagliarducci, Papa Francesco sta così implementando quello che ha sempre voluto: uno “stato di sinodo permanente”. Ad ogni modo, sorgono spontaneamente alcune domande. Papa Francesco riuscirà ad avere una Chiesa davvero sinodale e in ascolto o le sue intenzioni si scontreranno con una realtà che ha aiutato a costruire? Molte domande restano senza risposta, soprattutto considerando le conseguenze del Sinodo tedesco.

Monday Vatican, inglese

2. Se gli ambasciatori hanno lasciato Kiev, l’emissario del Papa è rimasto in città

A metà febbraio, la minaccia di un bombardamento russo aveva spinto molti ambasciatori a lasciare Kiev e a trasferirsi nell’Ucraina occidentale. La Santa Sede, invece, ha mantenuto la sua rappresentanza diplomatica nella capitale. “Vescovi e sacerdoti restano con il popolo. Resto con la gente perché fa parte della mia identità”, ha affermato l’arcivescovo Visvaldas Kulbokas, nunzio apostolico di origine lituana che da bambino ha vissuto nel sistema sovietico. Quando lavorava alla nunziatura a Mosca, ha servito come traduttore nelle conversazioni tra Papa Francesco e Vladimir Putin. Ora, a Kiev, insieme ai suoi cinque collaboratori che restano con lui nel contesto della guerra, ha cercato di favorire l’evacuazione dei residenti e dello staff di vari orfanotrofi vicini alla linea del fronte. I suoi tentativi di offrire aiuti umanitari a Mariupol, in unione con un vescovo ortodosso, sono falliti di fronte all’intransigenza dei soldati russi. Ha anche confidato di aver pianto quando ha accompagnato il cardinal Krajewski il Venerdì Santo alle fosse comuni di Butcha e Borodianka, dove sono state seppellite le vittime dei massacri.

The New York Times, inglese

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
  • 1
  • 2
Tags:
papa francescorassegna stampa internazionale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni