Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 05 Marzo |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Le dieci citazioni più belle di san Charles de Foucauld

050_ONLY_0418090.jpg

ANTOINE LORGNIER / ONLY FRANCE VIA AFP

Mathilde De Robien - pubblicato il 03/05/22 - aggiornato il 01/12/22

Lasciatevi ispirare dalle parole del santo eremita fra i Tuareg

Che cosa significa pregare? Che cos’è la vera povertà? Quali atti di carità compiere? Come abbandonarsi tra le mani di Dio? Tutte domande alle quali il futuro santo diede luminose risposte in molti dei suoi scritti.

Uno dei suoi testi più conosciuti è quello che ha ispirato la preghiera di abbandono: «Padre mio, mi abbandono a te». Ci sono però dietro a questo abbondanti corrispondenze, nonché opere spirituali che testimoniano l’immenso amore di fratel Charles per il Signore.

Dopo aver condotto una carriera militare e una vita dissoluta, quel soldato francese visse un’esistenza di fede e di evangelizzazione mediante l’esempio in mezzo ai Tuareg nel Sahara algerino all’inizio del XX secolo, prima di morire assassinato nel 1916.

Per tutta la vita ha dato testimonianza di una grande coerenza nel suo apostolato di preghiera, di silenzio e di amicizia in mezzo ai suoi fratelli musulmani. La sua maniera di evangelizzare e di portare Gesù è riconosciuta come un modello: per questo mistico del deserto i “poveri” erano quanti non avevano mai sentito parlare di Cristo.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
canonizzazionecharles de foucauldcitazionisanti e beati
Top 10
See More