Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 02 Dicembre |
Santa Blanca de Castilla
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Teschio umano rimosso da una vendita “non etica” in una casa d’aste scozzese (VIDEO)

HUMAN SKULL

Raland|Shutterstock

Zelda Caldwell - pubblicato il 02/05/22

I resti umani sono stati inseriti come “ex materiale medico”, suscitando l'indignazione di una società di antiquari. Nel frattempo, la vendita online di ossa umane va avanti negli Stati Uniti

Una casa d’aste scozzese ha deciso di rimuovere un teschio e un osso della coscia umani da un’asta di fronte alle accuse per cui sarebbe “non etico”.

Le ossa umane erano inserite come “ex materiale medico” come parte della vendita di Antichità Militari, Domestiche & Rurali alla Taylor’s Auction Rooms di Angus, Scozia.

La Società Antiquaria di Scozia ha affermato che è “sbagliato mercificare le persone come oggetti”, e ha chiesto alla casa d’aste di rimuovere gli oggetti dal suo catalogo.

Quando la Taylor’s Auction Rooms ha rifiutato di farlo, la Società ha portato la questione sui social media chiedendo alla gente di contattare la casa d’aste per “obiettare alla vendita dei resti umani (lotti 1508, 1510 e 1511)”.

“FERMATE LA VENDITA! Di recente abbiamo saputo che resti umani dovrebbero essere venduti nella casa d’aste di Angus il 5 maggio 2022. La Società ha contattato la Taylor’s Auction Rooms di Montrose per chiederne la rimozione dall’asta, ma è stata rifiutata”, recitava il tweet.

Jonathan Taylor, manager delle vendite, ha affermato che “anche se la vendita è legale e vengono venduti all’asta in tutto il Regno Unito, i lotti in questione sono stati ritirati dall’asta”, ha riferitoYahoo News.

Il teschio, l’osso della coscia e un modello in composito di un’osso dell’anca erano valutati tra le 20 e le 40 sterline.

Yahoo News ha riferito che il dottor Simon Gilmour, direttore della Società Antiquaria di Scozia, ha dichiarato che “in Scozia non è illegale comprare o vendere resti umani in contrasto con lo Human Tissue Act o con le leggi sulla sepoltura, ma crediamo che non sia etico”.

“Sosteniamo la BABAO (British Association for Biological Anthropology and Osteoarchaeology) nella sua dichiarazione sul tema. Trafficare persone viventi è illegale, e allora perché la cosa dovrebbe essere diversa quando qualcuno muore?

Tutti i resti umani dovrebbero essere trattati con dignità e rispetto, che siano riseppelliti o trattati in base ai desideri personali”.

Gli Stati Uniti vendono ossa su TikTok

Negli Stati Uniti, se non esiste una legge federale contro la vendita di ossa umane, la pratica è considerata non etica, anche se questo non ha impedito ad alcuni di intraprenderla.

Jon-Pichaya Ferry, noto su TikTok come JonsBones, ha usato la piattaforma di social media per vendere ossa umane, incluse ossa di feti, sul suo sito web. Ha oltre 22 milioni di “Mi piace”, e più di 508.000 followers. I suoi acquirenti spaziano da “chiropratici a università e artisti”, ha riferito alla ABC News.

@jonsbones

Don’t miss out!

♬ original sound – JonsBones

Robyn Wakefield Murphy, professoressa associata di Anatomia presso il Chiropractic College di New York, ha criticato gli affari di Ferry su TikTok.

“I resti umani non dovrebbero mai essere venduti. Ci sono modi legittimi ed etici per le istituzioni e i ricercatori di ottenere corpi umani per la ricerca, ed è attraverso i programmi di donazione di cadaveri”, ha affermato.

Tags:
corpo umanoetica
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni