Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 19 Maggio |
San Crispino da Viterbo
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Un parroco lascia un biglietto sui banchi della chiesa per le famiglie con bambini piccoli

CHILD

Tomsickova Tatyana | Shutterstock

Padre Nicholas Fleming - pubblicato il 22/04/22

Gesù ha detto “Lasciate che i bambini vengano a me”. Una parrocchia segue il Suo esempio e testimonia risultati sorprendenti

Come molte chiese, la parrocchia dei Santi Giovanni e Giacomo a West Warwick (Rhode Island, Stati Uniti) ha constatato un graduale declino della partecipazione negli ultimi anni. Per questo, non è stata una sorpresa quando è stata fusa con una parrocchia vicina.

Quando sono stato assegnato qui per la prima volta come sacerdote, i parrocchiani non riuscivano a immaginare un futuro roseo per la parrocchia. I fedeli – e lo sono davvero – stavano invecchiando, e il numero di funerali superava quello dei Battesimi che celebravamo ogni anno. Se avessimo continuato così, il futuro sarebbe stato piuttosto oscuro.

Dopo due anni, però, e con un po’ di grinta, adorazione e sostegno familiare, si è sentito un nuovo suono nella chiesa che ha fatto girare molte teste.

Era il suono di un bambino che piangeva nel retro della chiesa e di una giovane madre che cercava disperatamente di calmarlo. Non abbiamo una stanza in cui ci si possa appartare.

Nonostante le mie paure iniziali, la gente era deliziata. Quel pianto era un segno di vita, un nuovo risveglio, come la primavera di cui parlava spesso il grande San Giovanni Paolo II.

I giovani sposi erano coraggiosi a portare il proprio bambino in chiesa, soprattutto quando si sono resi conto che era l’unico bimbo alla Messa domenicale delle 8.00. Dopo la Messa, li ho incoraggiati a venire spesso, dicendo che sarebbero sempre stati i benvenuti.

Quella piccola vita è diventata l’argomento principale della parrocchia. Quella sera, almeno una dozzina di persone aveva sottolineato quanto fosse bello sentire la voce del bambino in chiesa e quanto sperava che ne sarebbero seguiti degli altri.

Poco dopo, la nostra parrocchia è stata benedetta con il Battesimo di nove bambini tra luglio e settembre. La nostra parrocchia ora sta crescendo, e l’accoglienza che ricevono i bambini ha fatto davvero la differenza.

Di recente ho trovato su Twitter il post di una giovane madre che aveva scattato una fotografia di un foglietto sul suo banco con le parole “La mia parrocchia fa bene le cose”. Era una lettera alle famiglie giovani, ricordando loro che era una gioia averle, e un promemoria per i parrocchiani perché fossero gentili e ricordassero che i bambini sono la speranza futura della parrocchia. Senza vergogna, ho copiato l’idea e l’ho riportata nel bollettino di quella settimana, includendo il biglietto tra i banchi con un disegno sul retro da colorare per i piccoli che hanno bisogno di qualcosa per tenersi occupati.

Morale della storia: il futuro della nostra Chiesa non sarà il denaro custodito in fondi o in edifici che vedono raramente tutta una congregazione. Il futuro della Chiesa devono essere i nostri bambini, e noi dobbiamo fare tutto ciò che possiamo per aiutare i giovani genitori a portare a compimento quella speranza.

  • 1
  • 2
Tags:
bambiniMessaparrocchia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni