Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 04 Marzo |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Un parroco lascia un biglietto sui banchi della chiesa per le famiglie con bambini piccoli

CHILD

Tomsickova Tatyana | Shutterstock

Padre Nicholas Fleming - pubblicato il 22/04/22

Gesù ha detto “Lasciate che i bambini vengano a me”. Una parrocchia segue il Suo esempio e testimonia risultati sorprendenti

Come molte chiese, la parrocchia dei Santi Giovanni e Giacomo a West Warwick (Rhode Island, Stati Uniti) ha constatato un graduale declino della partecipazione negli ultimi anni. Per questo, non è stata una sorpresa quando è stata fusa con una parrocchia vicina.

Quando sono stato assegnato qui per la prima volta come sacerdote, i parrocchiani non riuscivano a immaginare un futuro roseo per la parrocchia. I fedeli – e lo sono davvero – stavano invecchiando, e il numero di funerali superava quello dei Battesimi che celebravamo ogni anno. Se avessimo continuato così, il futuro sarebbe stato piuttosto oscuro.

Dopo due anni, però, e con un po’ di grinta, adorazione e sostegno familiare, si è sentito un nuovo suono nella chiesa che ha fatto girare molte teste.

Era il suono di un bambino che piangeva nel retro della chiesa e di una giovane madre che cercava disperatamente di calmarlo. Non abbiamo una stanza in cui ci si possa appartare.

Nonostante le mie paure iniziali, la gente era deliziata. Quel pianto era un segno di vita, un nuovo risveglio, come la primavera di cui parlava spesso il grande San Giovanni Paolo II.

I giovani sposi erano coraggiosi a portare il proprio bambino in chiesa, soprattutto quando si sono resi conto che era l’unico bimbo alla Messa domenicale delle 8.00. Dopo la Messa, li ho incoraggiati a venire spesso, dicendo che sarebbero sempre stati i benvenuti.

Quella piccola vita è diventata l’argomento principale della parrocchia. Quella sera, almeno una dozzina di persone aveva sottolineato quanto fosse bello sentire la voce del bambino in chiesa e quanto sperava che ne sarebbero seguiti degli altri.

Poco dopo, la nostra parrocchia è stata benedetta con il Battesimo di nove bambini tra luglio e settembre. La nostra parrocchia ora sta crescendo, e l’accoglienza che ricevono i bambini ha fatto davvero la differenza.

Di recente ho trovato su Twitter il post di una giovane madre che aveva scattato una fotografia di un foglietto sul suo banco con le parole “La mia parrocchia fa bene le cose”. Era una lettera alle famiglie giovani, ricordando loro che era una gioia averle, e un promemoria per i parrocchiani perché fossero gentili e ricordassero che i bambini sono la speranza futura della parrocchia. Senza vergogna, ho copiato l’idea e l’ho riportata nel bollettino di quella settimana, includendo il biglietto tra i banchi con un disegno sul retro da colorare per i piccoli che hanno bisogno di qualcosa per tenersi occupati.

Morale della storia: il futuro della nostra Chiesa non sarà il denaro custodito in fondi o in edifici che vedono raramente tutta una congregazione. Il futuro della Chiesa devono essere i nostri bambini, e noi dobbiamo fare tutto ciò che possiamo per aiutare i giovani genitori a portare a compimento quella speranza.

Ecco la lettera che ci assicuriamo sia sui nostri banchi per tutti i nostri parrocchiani:

Cari genitori di bambini piccoli,

Benvenuti! Siamo grati per il fatto che voi e la vostra famiglia vi siate uniti a noi per la Messa nella chiesa dei Santi Giovanni e Giacomo & Santa Maria. Speriamo che i vostri piccoli crescano come membri vitali della nostra famiglia parrocchiale. Siamo grati che vogliate iniziare questo viaggio con noi.

Per favore, rilassatevi! Sappiamo che non è facile andare a Messa con tutta la famiglia, e può essere ancora più difficile far rimanere in silenzio i vostri piccoli, ma i bambini dovrebbero sapere che questa chiesa è la loro casa, e che noi, la comunità, siamo tutti fratelli e sorelle. Dovrebbero sentirsi accolti e a casa in questo luogo di adorazione, nella casa di Dio.

Vi invitiamo a cantare, pregare, insegnare, rispondere e spiegare cosa sta accadendo durante la Messa ai vostri bambini. La nostra liturgia è piena di vita, e i nostri piccoli imparano come adorare attraverso di voi e la vostra partecipazione. I bambini imparano con l’esempio, e la vostra dedizione nel venire a Messa e la vostra attenzione saranno la lezione migliore.

Tutti sanno che i bambini a volte piangono, fanno rumore o sfuggono alla vostra cura attenta. Non sentitevi a disagio, e non esitate a chiedere aiuto! Siamo un’unica famiglia, e nella carità cristiana siamo chiamati ad aiutare i nostri fratelli e le nostre sorelle.


Cari parrocchiani,

la presenza dei bambini a Messa è un dono per la nostra chiesa, e un segno del fatto che stiamo crescendo! Dovremmo gioire del fatto che i nostri bambini siano con noi, e che la nostra parrocchia accolga nuove vite! Ricordate per favore di continuare a incoraggiare le nostre famiglie giovani, offrire il vostro aiuto se ne hanno bisogno e sostenerle come meglio potete!

Gesù ha detto: “Lasciate i bambini, non impedite che vengano da me, perché il regno dei cieli è per chi assomiglia a loro” (Matteo 19, 14).

Tags:
bambiniMessaparrocchia
Top 10
See More