Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 29 Novembre |
San Vincenzo Romano
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Chiara Amirante: per essere felici imparate a fare “l’esercizio dello stop”

woman saying no

By Prostock-studio/Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 22/04/22

Così spariranno i pensieri negativi e le ansie. Ecco come si fa

Spazzare via dalla mente i pensieri negativi e ritrovare la vera felicità: Chiara Amirante ci consiglia di farlo praticando “l’esercizio dello stop“. Lei ne ha tratto giovamento e serenità. La fondatrice di “Nuovi Orizzonti” ne parla nel suo nuovo libro dal titolo “La pace interiore. Liberarsi dall’ansia, dalle paure e dai pensieri negativi” (Piemme)

Subire passivamente il vortice di negatività

Chiara Amirante ricorda «un esercizio che in questi anni mi è stato molto utile per non soccombere nelle tante brutte tempeste che mi sono trovata, mio malgrado, a dovere affrontare». Questo esercizio è stato proprio «imparare a non subire passivamente il vortice dei tanti pensieri negativi che di volta in volta sembrano travolgerci, cercando invece di prendere sempre il timone in mano e di individuare la causa che ha scatenato quei pensieri, impegnandomi subito a trovare la soluzione migliore».

L’esercizio dello stop

Come raggiungere la stessa “pace interiore” raggiunta da Chiara? Una strategia molto efficace per non dare forza ai pensieri che generano stati d’animo negativi, è “l’esercizio dello stop”. «Appena mi accorgo che sono sotto attacco e rischio di perdere tempo prezioso in balìa di pensieri e stati d’animo negativi – sottolinea la fondatrice di “Nuovi Orizzonti” – mi dico: stop! Lo stesso faccio se sono in compagnia di persone che si mettono a criticare gratuitamente qualcuno, per il semplice gusto di sentirsi grandi sminuendo gli altri. Subito mi ripeto con forza: stop! Interiormente, nel caso che si tratti di miei pensieri, o ad alta voce se sono altri a parlare male di qualcuno o a fare discorsi negativi che non servono ad altro che ad “avvelenare” la mente di chi sta ascoltando».

Il “cambio stanza”

L’esercizio dello stop è una modalità che Chiara ha messo in atto «per riuscire a sopravvivere in mezzo a persone con storie drammatiche di strada, abituate a notare sempre il negativo nelle situazioni e nelle persone, percepite come possibili pericoli. Devo dire che questo piccolo ma efficace esercizio in questi anni vissuti in Comunità mi è stato di grande aiuto per non finire alla neuro e per non perdere il mio naturale ottimismo. Non è sufficiente dirsi o dire agli altri: “Stop!”. Dobbiamo imparare, subito dopo lo stop a “cambiare stanza”. Cosa vuol dire?».

SILENCE

Dalla muffa al comfort

Un esempio pratico. Se qualcuno ti chiede di restare per diversi giorni in una stanza piena di sporcizia, di muffa, con le finestre rotte, le pareti cadenti, hai due possibili opzioni. Puoi rimboccarti le maniche per togliere la muffa, aggiustare le finestre e le pareti, pulire tutto, dare una pitturata… anche questo può essere buono (e se riguarda qualcosa che è parte di noi e dobbiamo migliorare è necessario) ma ti richiederà tantissimo impegno, tempo ed energie. Potrai però, quando si tratta di pensieri negativi, trovare una soluzione diversa. Potrai decidere di andare in un’altra stanza: nuova, luminosa, ben arredata, pulita, armoniosa, con tutti i comfort possibili.

Il “cambio” nella nostra vita

L’opzione di cambiare fisicamente casa o stanza, spiega Chiara, non è ovviamente sempre praticabile nella vita reale. La buona notizia però è che per quanto riguarda le tante “stanze della nostra mente”, questo è possibile in un attimo, e non costa niente. È sufficiente un po’ di volontà, allenamento e impegno e potrai, sempre più velocemente, cambiare stanza. Passare da una stanza opprimente, sporca, buia, a una stanza meravigliosa. 

Questo lo potrai fare evitando di continuare a combattere con i pensieri negativi che ti assalgono con prepotenza, ma decidendo di impegnarti subito in qualcos’altro con tutta la tua mente, il tuo cuore, la tua volontà. E’ qui che secondo Chiara Amirante scatta la felicità interiore, quella vera!

Sentirai l’impossibile

In particolare, conclude l’ideatrice del corso di Spiritherapy, «se ti impegnerai subito in qualcosa di significativo, mettendoci tutto l’amore possibile, sarà proprio l’amore che tu cercherai di donare a qualcuno che renderà la tua nuova stanza luminosa, pulita, bella. Sentirai sgorgare dal tuo cuore una misteriosa pace che fino a un momento prima ti sembrava impossibile».

Clicca qui per acquistare il libro “La pace interiore. Liberarsi dall’ansia, dalle paure e dai pensieri negativi”

WEB2-PRAY-SUN-HAPPINESS-shutterstock_1695656329.jpg
Tags:
ansiachiara amirantepace
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni