Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 07 Ottobre |
BVM “Regina delle vittorie”
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Francesco: il vero educatore accompagna, ascolta e dialoga

VATICAN - POPE - YOUTH - PILIGRIMAGE

Antoine Mekary | ALETEIA

Vatican News - pubblicato il 21/04/22

Ieri mattina, prima di iniziare l’udienza generale, il Papa ha dialogato con una delegazione del “Global Researchers Advancing Catholic Education Project” ribadendo l’importanza di un’educazione dinamica che trasmetta il patrimonio del passato ma andando avanti, senza fermarsi a fissare le radici, per far crescere l’individuo

Educare non “è riempire la testa di idee”, perché si formano “automi”, ma camminare insieme con persone in una “tensione fra il rischio e la sicurezza”. È quanto ha detto nel discorso a braccio Papa Francesco – dopo aver consegnato il testo preparato – ad una delegazione del “Global Researchers Advancing Catholic Education Project” (GRACE), un nuovo progetto di ricerca internazionale promosso da volontari con lo scopo di promuovere i valori dell’educazione cattolica nel rispetto dell’identità e del dialogo. L’incontro si è svolto nell’auletta dell’Aula Paolo VI prima dell’udienza generale.

Il diritto di sbagliare

“Educare – ha affermato il Papa – è rischiare nella tensione tra la testa, il cuore e le mani: in armonia, al punto da pensare quello che sento e faccio; da sentire quello che penso e faccio; da fare quello che sento e penso. È un’armonia”. Ad insegnanti di scuole primarie, secondarie e universitari, il Pontefice ha chiesto di affiancare gli studenti nel percorso educativo. “Non si può educare – ha aggiunto – senza camminare insieme alle persone che si stanno educando. È bello quando si trovano educatori che camminano insieme ai ragazzi e alle ragazze”. Francesco ha rimarcato che “educare non è dire cose puramente retoriche; educare è far incontrare quello che si dice con la realtà. Le ragazze, i ragazzi hanno diritto a sbagliare, ma l’educatore li accompagna nel cammino per orientare questi sbagli, perché non siano pericolosi”. “Il vero educatore – ha proseguito Francesco – non si spaventa mai degli sbagli, no: accompagna, prende per mano, ascolta, dialoga. Non si spaventa e aspetta”. Questa è l’educazione umana: educare “è questo portare avanti e far crescere, aiutare a crescere”.

Educare nella tradizione che è dinamica

La delegazione del GRACE, attraverso un portavoce, ha aperto un dialogo con Francesco e ha spiegato al Pontefice che obiettivo del progetto è proprio quello di educare non solo trasmettendo il sapere, ma dando spazio anche all’ambito spirituale e pastorale e a quanto gli anziani possono tramandare ai giovani. Il Papa ha sottolineato che “è importante il dialogo tra i giovani e gli anziani”, “perché l’albero, per crescere, ha bisogno di rapporti stretti con le radici”, quindi ha raccontato: “C’è un poeta della mia terra che dice una cosa bella: ‘Tutto quello che l’albero ha di fiorito, gli viene da quello che ha sottoterra’. Senza radici non si va avanti. Soltanto con le radici diventiamo persone”. Francesco ha detto dunque no al tradizionalismo freddo e rigido ribadendo che la vera tradizione è “prendere dal passato per andare avanti. La tradizione non è statica: è dinamica, protesa ad andare avanti”.

L’originale su Vatican News

Tags:
educazione cristianapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni