Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 22 Maggio |
Santa Rita da Cascia
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Le sensazioni dolorosissime provate da Padre Pio durante la messa

PADRE PIO,MASS

Fair Use

don Marcello Stanzione - pubblicato il 20/04/22

“È vero che durante la Messa soffrite il supplizio della coronazione di spine?” – “E lo metti in dubbio? Altrimenti l’immolazione non sarebbe completa”

Per meglio comprendere come padre Pio vivesse la Messa, vengono riportate le domande e risposte di un colloquio avvenuto tra padre Tarcisio Zullo e il santo di Pietrelcina.

Sofferenze amorose durante la comunione

«“Che cos’è la vostra Messa?”, chiede padre Zullo. – “Tutto il Calvario – risponde Padre Pio -. Tutto quello che Gesù ha sofferto nella sua passione inadeguatamente lo soffro anch’io per quanto ad umana creatura è possibile. È ciò contro ogni mio demerito e per sola sua bontà”.

“Nel divin sacrificio prendete su di voi le nostre iniquità?”- “Non si può fare diversamente, poiché fa parte del divin sacrificio”.

“È vero che durante la Messa soffrite il supplizio della coronazione di spine?” – “E lo metti in dubbio? Altrimenti l’immolazione non sarebbe completa”.

“Durante la Messa le punture della corona di spine e le ferite della flagellazione sono reali?” – Cosa intendi dire con questo? Gli effetti è certo che sono gli stessi”.

“In quale momento soffrite la sete e l’abbandono?” – “Dopo la consacrazione”.

“Dopo la comunione continuano le vostre sofferenze?” – “Si, ma sono sofferenze amorose”.

“In questa unione Gesù non vi consola?” – “Si, ma non si cessa di stare sulla croce”.

“Padre, non vi stancate a stare in piedi durante la santa Messa?” – “Non sto in piedi, sto appeso”.

“Dove posò l’ultimo sguardo Gesù morente?” – “Sulla Madre sua”.

“E voi dove lo posate?” – “Sui fratelli d’esilio”.

“Avete detto, Padre, che nella comunione la vittima muore. Nelle braccia della Madonna vi depongono?” – “Di san Francesco”».

PADRE PIO

La Passione sul corpo di Padre Pio

Parole preziose, queste, che ci danno la possibilità di percepire quanto avveniva non solo nell’anima di padre Pio, ma anche nel suo corpo. Di questa intima unione alla passione di Gesù, oltre alle stimmate, le sue lunghe pause e il profondo raccoglimento, c’erano altri segni più o meno visibili. 

Il testimone

La testimonianza ci arriva ancora una volta da padre Rosario, il quale così racconta:

«Ho potuto assistere per più di tre anni alla Messa di padre Pio e posso affermare che durante la sua celebrazione il volto gli si trasformava, diventava luminoso, disteso, fresco, senza rughe! Non voglio dire che fosse luce soprannaturale e misteriosa, ma voglio semplicemente dire che il suo volto prendeva un atteggiamento sereno, splendente come quello di una persona pervasa da una grande gioia interiore. Era un volto dal quale traspariva la sua intima comunione con Dio. Del resto, non ricordo più a che proposito, padre Pio mi diceva che, iniziata la messa, egli non sentiva e non notava più nulla di quanto accadeva in chiesa intorno a lui».

Un fuoco misterioso 

Sono molte anche le testimonianze che raccontano di come padre Pio durante la Messa fosse infiammato da un fuoco misterioso. Scrive padre Onorato Marcucci: «affermo che dopo la Messa la mano del padre era più calda, come se avesse la febbre». 

Di questo singolare fenomeno ci parlano molti altri confratelli che avevano avuto la possibilità di assisterlo durante la Messa, ma di particolare rilievo è quanto viene riportato nella Cronistoria del convento, in quanto è il padre stesso a parlare di questo fuoco di cui era acceso. 

La messa di mezzanotte

Così riportava p. Costantino Capobianco:

«25 dicembre 1957. Padre Pio oltre a presiedere la Messa di mezzanotte, ha celebrato subito dopo anche le altre due Messe. A celebrazione ultimata si ritirava in cella accompagnato da padre Giustino da Lecce, da padre Agostino da Campolieto e da fra Daniele da S. Giovanni Rotondo. Era molto stanco, ma gioviale come al solito e con gli occhi ridenti. Fra Daniele chi ha chiesto: “Padre, voglio portarvi la borsa dell’acqua calda?”. E padre Pio sorridendo: “Con tutto questo fuoco, che mi brucia, vuoi portarmene ancora altro?”».

Il tempo per il ringraziamento

Altro aspetto significativo di questo rapporto con l’Eucarestia e la sua partecipazione alla Messa, era il tempo riservato al ringraziamento. Per padre Pio il modo migliore di rendere grazie a Dio, per avergli dato la grazia della partecipazione al sacrificio di Gesù e di aver fatto la comunione, era quello di ascoltare un’altra santa Messa. Difatti, dopo aver celebrato, era solito salire in convento per raccogliersi in preghiera nella cappella interna, dove ad aspettarlo c’era un sacerdote già pronto per celebrare la Messa. Questo ci fa capire quanto rispetto, quanta riverenza e quanto amore padre Pio avesse per la celebrazione della Messa.

Tags:
Messapadre piostimmate
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni