Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 05 Ottobre |
Santa Faustina Kowalska
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

“The Adam Project”: tornare al passato e ritrovare se stessi

THE ADAM PROJECT

Netflix

José Ángel Barrueco - pubblicato il 11/04/22

Ryan Reynolds è il protagonista di questo film familiare di grande successo su Netflix

Per The Adam Project si sono riuniti l’attore (Ryan Reynolds) e il regista (Shawn Levy) del film Free Guy. La pellicola, girata per Netflix, rappresenta una fonte di intrattenimento per tutta la famiglia sul tema dei viaggi nel tempo, e ha riscosso un grande successo su quella piattaforma, essendo la terza più vista in tutta la sua produzione.

È logico se si tiene conto da un lato dell’attrattiva che rappresenta il carisma di Reynolds per il grande pubblico, e dall’altro dell’abilità di Levy nell’offrire prodotti divertenti e familiari che non lasciano traccia nella memoria ma servono per passare un momento piacevole – pensiamo alla trilogia di Una notte al museo. Levy ha anche diretto alcuni episodi della serie Stranger Things.

Il lungometraggio inizia con la fuga di un pilota di nome Adam (Reynolds) a bordo di una navicella spaziale. È l’anno 2050.

THE ADAM PROJECT

La sua intenzione è viaggiare nel tempo fino al 2018, quando crede che si sia perduta la sua fidanzata, Laura (Zoe Saldana). Un errore lo manda invece nel 2022, vicino casa sua, dove vivono sua madre vedova (Jennifer Garner) e lui stesso quando aveva 12 anni (Walker Scobell).

È così che l’Adam adulto e l’Adam giovane si (ri)conosceranno e si fronteggeranno tra il disprezzo e l’ammirazione: il primo ricordando il suo passato, il secondo dando un’occhiata al suo futuro. In quell’anno il padre, Louis (Mark Ruffalo), è già morto in un incidente, ed è anche il responsabile di quell’Adam Project con cui è riuscito a spostarsi nel tempo.

THE ADAM PROJECT

  • 1
  • 2
Tags:
famigliafilmfuturogenitori e figlinetflix
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni