Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 19 Maggio |
San Crispino da Viterbo
Aleteia logo
Arte e Viaggi
separateurCreated with Sketch.

Le 7 immagini della Vergine Maria a Roma attribuite a San Luca (FOTO)

ARACOELI

anonimo-(CC BY-SA 4.0)

Maria Paola Daud - pubblicato il 11/04/22

Si dice che l'evangelista, che era pittore, abbia parlato con la Madre di Gesù, e che per questo il suo Vangelo è pieno di dettagli che solo lei potrebbe avergli rivelato

A Roma si trovano varie immagini antichissime chiamate Madonne di San Luca, visto che sono attribuite all’evangelista.

Si dice che San Luca evangelista sia stato il primo ritrattista della Vergine Maria. Era medico (Colossesi 4,14), ma si dedicava anche alla pittura, e per questo è il patrono di medici e pittori.

Per redigere il suo Vangelo, elaborò una lunga indagine e parlò con chi era stato più vicino a Gesù: i Suoi apostoli e Sua Madre, la Vergine Maria.

Un esegeta ha ipotizzato che sia stata lei stessa a dettare il Magnificat all’evangelista. Solo nel suo libro possiamo trovare affermazioni molti intime sulla Vergine, come “Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore” (Lc 2, 19).

Per questo rapporto tanto vicino a Maria e la sua passione per la pittura, a San Luca vengono attribuite le prime immagini della Vergine. Eccone alcune, secondo la tradizione:

La Madonna Salus Populi Romani

L’immagine della Madonna Salus Populi Romani è l’amatissima protettrice dei romani. In latino, infatti, il suo nome significa proprio Salvezza del Popolo Romano.

Questa immagine molto antica, considerata “acheropita” (che in greco significa che non è stata dipinta da mani umane) è considerata miracolosa, ed è stata davvero la “salvezza” della città quando è stata invocata durante guerre, carestie, pesti ed epidemie.

La Madonna Glycophilusa o Madonna della Consolazione

Questa immagine si trova nella basilica romana dedicata a Santa Francesca Romana. È stata trovata sotto l’altare della chiesa di Santa Maria Antiqua durante i restauri condotti nel 1949. È considerato uno dei dipinti cristiani più antichi.

La traduzione dice che l’icona venne portata solennemente in processione all’epoca di San Gregorio Magno (590-604) per implorare da Dio la fine della peste che affliggeva la città. Viene chiamata Nostra Signora della Consolazione per il suo volto fiducioso.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
vergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni