Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 05 Ottobre |
Santa Faustina Kowalska
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

Lo straordinario pellegrinaggio di 12 ragazzi autistici per arrivare a Roma

SUL SENTIERO BLU

Mymovies | YouTube

Silvia Lucchetti - pubblicato il 01/04/22

"Sul sentiero blu": un documentario che racconta il viaggio di 12 ragazzi autistici sulla Via Francigena insieme ai loro medici ed educatori per arrivare a Roma da Papa Francesco. Andrà in onda su TV2000 in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo del 2 aprile.

12 ragazzi autistici si mettono in viaggio sulla Via Francigena come antichi pellegrini (insieme ai loro medici ed educatori) e fanno 200 km a piedi, 20 al giorno per 10 giorni, fino ad arrivare a Roma dove vengono ricevuti dal Papa.

Giornata mondiale della Consapevolezza dell’Autismo

Questa è la trama dell’emozionante documentario “Sul sentiero blu” di Gabriele Vacis che TV2000 trasmetterà il 2 aprile in occasione della Giornata mondiale della Consapevolezza dell’Autismo. La WAAD, World Autism Awareness Day, è stata istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU.

Cosa sono i disturbi dello spettro autistico?

I disturbi dello spettro autistico (Autism Spectrum Disorders, ASD) sono un insieme eterogeneo di disturbi del neurosviluppo caratterizzati da una compromissione qualitativa nelle aree dell’interazione sociale e della comunicazione, e da modelli ripetitivi e stereotipati di comportamento, interessi e attività. I sintomi e la loro severità possono manifestarsi in modo differente da persona a persona, conseguentemente i bisogni specifici e la necessità di sostegno sono variabili e possono mutare nel tempo.

(salute.gov.it)

Autismo in Italia: 1 bambino su 77

In Italia si stima che 1 bambino su 77, nella fascia di età 7-9 anni, presenti un disturbo dello spettro autistico, con una prevalenza maggiore nei maschi, che sono colpiti 4,4 volte in più rispetto alle femmine (Ibidem).

Il racconto del regista

Il documentario ha il merito, ha raccontato il regista a radio InBlu2000, di aver osservato il gruppo di ragazzi senza giudizio. Giovani che – lontani dalla famiglie ma sempre insieme al neuropsichiatra Roberto Keller che li segue da anni – hanno dovuto gestire la stanchezza, la fatica, la vita con il gruppo. E così c’è il racconto di amicizie, relazioni, momenti di tensione…

(…) che mostrano una ricchezza di emozioni, slanci, sogni che vanno ben al di là di una diagnosi. C’è chi sbuffa per il caldo e la fatica, gli altri lo incoraggiano, e trascinato dal gruppo va avanti, fino alla tappa successiva, compiendo così progressi inimmaginabili. Intorno a loro cittadini curiosi guardano quel drappello in divisa di ragazzoni indomiti.

(Famiglia Cristiana)

12 ragazzi autistici in viaggio sulla via Francigena

Un’impresa che non tutti i ragazzi si sono sentiti di compiere, ha spiegato Gabriele Vacis:

Alcuni hanno rinunciato prima di partire per timore di trovarsi in situazioni complicate da gestire (…). E invece abbiamo trovato questi 12 coraggiosi che si sono messi in viaggio sotto il controllo quotidiano degli operatori, anche se bisogna dire che poi il ritmo che tenevano i ragazzi spesso metteva in difficoltà gli operatori stessi.

(radioinblu.it)

L’incontro con Papa Francesco

Davvero emozionante il momento finale, quando arrivano a San Pietro e il Papa li incontra e li saluta uno a uno, incoraggiandoli ad andare sempre avanti e a non perdere mai il senso dell’umorismo.

L’iniziativa è stata lanciata da Rotary Distretto 2031 e realizzata grazie al contributo scientifico del dottor Roberto Keller, Direttore del Centro Regionale per i Disturbi dello spettro dell’Autismo in età adulta della ASL Città di Torino.

Più che di integrazione c’è bisogno di comprensione

Il viaggio a Roma è uno dei momenti di questo percorso che è un percorso non userei la parola integrazione ma comprensione. Un percorso di persone che hanno bisogno di essere comprese.

(Ibidem)

Cosa c’è nel documentario?

Prima di tutto rapporti umani, le relazioni, le interazioni – ha spiegato il regista. Quello che succede in 10 giorni di viaggio quando sei sottoposto a una fatica quotidiana, a uno stress psicologico, alcuni di loro in particolare sono poco convinti di portarsi uno zaino di 10 kg, farsi 20 km a piedi.

Tendono come tutti noi più o meno a scansare le fatiche, le difficoltà. Quello che abbiamo fatto nel film è osservare il comportamento quotidiano, le relazioni, gli amori, i contrasti, i conflitti che sono nati e raccontiamo quello.

(radioinblu.it)

Il racconto di un viaggio straordinario

La novità sia proprio nell’osservare senza giudizio (…) spesso tendiamo a pretendere che le persone autistiche si uniformino al comportamento di noi neuro-tipici. Ecco, a volte uniformarci noi al loro comportamento e capire veramente quello che stanno pensando ci apre mondi straordinari.

(radioinblu.it)

“Noi autistici non ci arrenderemo mai”

Un’esperienza umana e scientifica che racconta con delicatezza e sincerità il mondo dell’autismo. Emblematica la frase di una delle protagoniste che intorno al fuoco afferma con vigore:

Moltissime persone pensano che gli autistici siano molto incapaci di fare certe cose, ma invece questo progetto dimostra che è l’esatto opposto e come dico sempre: noi autistici non ci arrenderemo mai.

Tags:
autismodocumentariopapa francescopellegrini
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni